Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica

Biotestamento, Russo: «Sono cattolico e ho votato in piena coscienza»

Le parole del senatore del Partito democratico, Francesco Russo, sulla legge sul biotestamento

«Sono un senatore, sono cattolico e ho votato in piena coscienza la legge sul biotestamento. Leggo sul settimanale diocesano della mia città: “Mi chiedo con quale coscienza, ammesso ne abbiano una, si possa aver scritto una legge così, si possa averla votata o la si possa considerare accettabile […] “Una legge infame, terribile, atroce”. Potrei rispondere che la maggior parte dei cittadini italiani non la pensa così. Ma sarebbe una risposta insufficiente per chi crede di essere autorizzato a giudicare senza alcun beneficio del dubbio l’altrui coerenza morale, valutando senza appello e in modo assolutamente definitivo il confine fra bene e male» Queste le parole del senatore del Partito democratico, Francesco Russo, sulla legge sul biotestamento.

«Utilizzo, invece, le parole di Francesco D’Agostino, Presidente dell’Unione giuristi cattolici ed emerito del Comitato nazionale per la bioetica: “Coloro che sostengono che di una nuova legge non ci sarebbe stato alcun bisogno hanno, ahimè, perso il contatto con la realtà”. E concludo con una nota dei gruppi di lavoro della rivista dei gesuiti “Aggiornamenti Sociali” - non esattamente un gruppo di eretici - che in merito alla legge sul biotestamento hanno scritto: “il testo approvato contiene numerosi elementi positivi e rappresenti un punto di mediazione sufficientemente equilibrato da poter essere condiviso”» conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biotestamento, Russo: «Sono cattolico e ho votato in piena coscienza»

TriestePrima è in caricamento