rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica

Tondo; Quattro Emendamenti Parlamentari per Correggere la Manovra Monti

Quattro emendamenti parlamentari per correggere la manovra del Governo Monti in modo da difendere l'Autonomia speciale del Friuli Venezia Giulia e risolvere alcuni problemi urgenti che riguardano tutti i cittadini della regione e allontanano...

Quattro emendamenti parlamentari per correggere la manovra del Governo Monti in modo da difendere l'Autonomia speciale del Friuli Venezia Giulia e risolvere alcuni problemi urgenti che riguardano tutti i cittadini della regione e allontanano, nello stesso tempo, il risanamento del Paese.

La proposta è stata presentata oggi a Trieste dal presidente della Regione Renzo Tondo, nel tavolo istituzionale convocato con i parlamentari del Friuli Venezia Giulia, presenti i capigruppo consiliari e gli assessori Sandra Savino e Angela Brandi.

La riunione ha assunto un'importanza ancora maggiore, in vista dell'incontro che lo stesso Tondo avrà giovedì prossimo a Palazzo Chigi con il presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti.

''Dobbiamo far capire - ha detto il presidente della Regione - che la nostra Autonomia speciale non è un privilegio, ma una responsabilità, che abbiamo sempre esercitato nell'interesse del Paese''. Tondo ha citato la ricostruzione del post-terremoto, la Sanità e gli Enti locali gestiti in piena autonomia, le grandi infrastrutture al servizio dell'Italia che la Regione sta realizzando con proprie risorse, senza chiedere una lira allo Stato centrale, la riduzione del debito di 600 milioni di euro, contributo rilevante al risanamento dei conti pubblici nazionali. Gli emendamenti riguardano due questioni di ''neutralità finanziaria'', e cioè l'addizionale comunale e provinciale all'energia elettrica e la compensazioni ICI sulla prima casa, che se applicate senza modifiche al Friuli Venezia Giulia avrebbero un effetto peggiorativo rispetto alle altre Regioni.

E inoltre due problemi definiti di ''fiscalità di svantaggio'' (accisa sulla benzina e tassa di stazionamento per i natanti), che non tengono conto cioè della particolare situazione del Friuli Venezia Giulia come area di confine. Dopo l'esposizione dei quattro emendamenti, da parte di Tondo e dell'assessore Sandra Savino, si è sviluppata nel corso dell'incontro un'ampia discussione, in cui sono intervenuti numerosi senatori e deputati eletti in Friuli Venezia Giulia, oltre a diversi capigruppo.

Nel trarre le conclusioni, Tondo ha voluto ribadire il carattere istituzionale del tavolo, sottolineando come ci sia stata un'ampia condivisione sull'urgenza dei provvedimenti da adottare, su questioni che toccano direttamente i cittadini e sul principio della difesa della specialità. Una difesa che - ha voluto ricordare il presidente - è sempre stata storicamente patrimonio di tutte le forze politiche regionali, senza distinzioni tra quelle che sostengono o sono all'opposizione rispetto al Governo nazionale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tondo; Quattro Emendamenti Parlamentari per Correggere la Manovra Monti

TriestePrima è in caricamento