Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Scuole, Ziberna (Fi): «Dalla Regione ancora nessun dato su trasferimento ai Comuni e Uti»

Il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Rodolfo Ziberna sul trasferimento delle scuole dalle Province a Comuni e Uti

«Com'è possibile che, al 20 dicembre, la Giunta regionale non abbia ancora nessun dato sul trasferimento di fondi e personale delle scuole dalla Provincia ai Comuni e alle Uti?»

Ad affermarlo è il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Rodolfo Ziberna a seguito della risposta dell'assessore Torrenti a una sua un'interrogazione.

«Nell'interrogazione - rileva Ziberna - avevo chiesto: dove sono stati trasferiti i dipendenti che in Provincia seguivano la gestione dell'edilizia scolastica (quanti a Gorizia, a Monfalcone, a Gradisca d'Isonzo, Grado e Staranzano); quante risorse verranno trasferite per ciascun edificio ai singoli Comuni, perché se si trasferisce un onere (manutenzione inclusa), ovviamente si devono trasferire anche le relative risorse, nonché le condizioni in cui versa il patrimonio dell'edilizia scolastica dell'ex Provincia di Gorizia per sapere se i nostri figli ogni giorno entrano in scuole sicure, o se hanno bisogno di
interventi».

«La risposta della giunta è stata quantomeno laconica: si limita ad affermare che risorse e personale saranno trasferiti a Comuni ed Uti. Stop. Capisco che con un emendamento approvato nell'ultima Finanziaria il termine per il passaggio degli edifici scolastici è stato prorogato di tre mesi, ma un quadro della situazione la Regione dovrebbe già averlo. Anche perché fino alla scorsa settimana era previsto il passaggio dall' 1 gennaio 2017».

«Delle due l'una - prosegue l'esponente di Forza Italia: o a dodici giorni dall'1 gennaio la Giunta non è ancora in grado di sapere quanti e quali dipendenti saranno trasferiti ai diversi Comuni e non conosce né costi, né condizioni, oppure si rifiuta di comunicarlo a un consigliere che formula un'interrogazione per l'evidente ragione che la Regione intende trasferire ai Comuni meno risorse di quelle sarebbero, invece, necessarie».

«Insomma - conclude Ziberna - ancora una volta questa Giunta regionale dimostra, al di là della sua incapacità programmatoria, una reiterata azione di penalizzazione nei confronti del Comune di Gorizia, al quale si aggiungono ora anche i Comuni di Monfalcone, Gradisca, Grado e Staranzano».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, Ziberna (Fi): «Dalla Regione ancora nessun dato su trasferimento ai Comuni e Uti»

TriestePrima è in caricamento