rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Novità nel partito democratico / Via della Geppa, 9

Pd Trieste, la candidata segretaria Caterina Conti: "Saremo più vicini alle categorie produttive"

Una candidatura unica che coincide con la scadenza naturale del congresso, a fine gennaio. Tra le linee programmatiche l'attenzione alla natalità e al lavoro, soprattutto per i giovani "in fuga"

La 35enne Caterina Conti si candida a segretaria provinciale del Pd di Trieste, carica al momento ricoperta da laura Famulari. Una candidatura unica che coincide con la scadenza naturale del congresso, a fine gennaio, “non ci sono altre ragioni per questo avvicendamento - ha dichiarato la candidata - voglio dare il mio contributo per ridare centralità e importanza al partito democratico di Trieste. Molto lavoro è già stato fatto in questi anni. Faccio politica in questa comunità da tanti anni, ho rivestito ruoli nell’organizzazione giovanile, sono nella direzione nazionale da parecchio tempo, ho visto fasi politiche molto diverse e difficili. Ora voglio dare un contributo in prima persona per dare una svolta alla nostra organizzazione politica”.

Le colonne portanti i del suo documento congressuale sono “il rilancio della nostra città, dopo aver letto delle tante iniziative in cantiere per il 2023 e dei fondi in arrivo col Pnnr riteniamo importante fare opposizione in consiglio comunale in modo costruttivo, non strumentale, per evidenziare le incongruenze di un centrodestra, che non ha grandi idee. Molte delle iniziative sono iniziate con la Giunta precedente”.

Un altro punto importante è quello di “dare nuovo impulso e vigore ai rapporti con le categorie produttive, quella parte di città che con dedizione sta portando avanti l’economia, di cui dobbiamo essere orgogliosi perché nonostante la pandemia sta rispondendo in modo positivo”, oltre a “rilanciare il ruolo internazionale di Trieste perché la città è chiusa in se stessa e i suoi rapporti con le grandi capitali, con i Balcani e l’area germanofona non sono sufficienti per dare un ruolo centrale alla nostra città”. Un  occhio di riguardo anche al tema della natalità “sostenendo le famiglie e creando lavoro per i giovani, dando soprattutto ai ricercatori la possibilità di rimanere sul nostro territorio”.

Per quanto riguarda i rapporti con le altre forze politiche di opposizione, in particolare con Adesso trieste, l’approccio di Conti è dialogante: “Abbiamo molti punti in comune come le idee sulla cabinovia. Sui temi dove non c’è convergenza sarà necessario crearla”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd Trieste, la candidata segretaria Caterina Conti: "Saremo più vicini alle categorie produttive"

TriestePrima è in caricamento