Politica

Festival Scienza, Torrenti: Trieste Next riconnette impresa e ricerca

«Una manifestazione di assoluta importanza che riesce a riconnettere il mondo dell'impresa tecnologica e della ricerca alla cittadinanza". Lo ha affermato l'assessore regionale alla Cultura Gianni Torrenti alla presentazione della quarta edizione di Trieste Next 

Foto di repertorio

Titolo di questa edizione: "BIOlogos-Il futuro della vita", promossa dal Comune, dall'Università di Trieste e VeneziePost, che si terrà dal 25 al 27 settembre nel capoluogo regionale.

Il programma del Salone Europeo della Ricerca Scientifica prevede più di 100 appuntamenti, che vedranno la partecipazione di 150 relatori nazionali e internazionali ed il contributo significativo di molti partner.

Ricercatori e scienziati di fama mondiale, imprenditori, filosofi, giornalisti e studenti discuteranno al "festival" della scienza i nuovi scenari tracciati dalla biomedicina, bioinformatica, dalle biotecnologie, dall'alimentazione alla cura della persona.

Esprimendo soddisfazione per l'evento che riesce a catturare l'attenzione del pubblico «con scelte tematiche sempre più precise e la presenza di personaggi di spicco», l'assessore Torrenti si è soffermato sull'importanza dell'innovazione scientifica e tecnologica «per il benessere e le prospettive economiche di tutto il territorio regionale».

«Spesso non viene percepito - ha spiegato l'assessore - quanto la qualità della vita di tutti noi dipende dalla scienza e dall'innovazione tecnologica».

«È fondamentale quindi - ha osservato - riservare molte più risorse nella ricerca, poiché ciò rappresenta un investimento che porta poi a grandi risparmi e all'evoluzione di molti settori».

Ad aprire Trieste Next sarà una giornata dedicata alla presentazione delle oltre 150 imprese del Friuli Venezia Giulia, attive nei settori del biomedicale, biotecnologico e del bioinformatico: è l'unico distretto tecnologico italiano, è stato detto all'incontro, capace di raggruppare aziende e competenze specifiche che abbracciano tutte le scienze mediche, chirurgiche e della vita.

Il carattere internazionale della manifestazione verrà suggellato dalla partecipazione di personalità come SegenetKelemu, Jos De Blok, Edoardo Boncinelli, Alberto Baban ed altri; a chiudere l'edizione sarà il Premio Nobel per la Medicina/Fisiologia Edvard I. Moser, che ha scoperto il sistema di cellule cerebrali che ci permettono di orientarci, il cosiddetto "Gps biologico". 

Tra gli altri sono intervenuti alla presentazione il sindaco di Trieste Roberto Cosolini, il rettore dell'ateneo triestino Maurizio Fermeglia, la presidente della Provincia di Trieste Maria Teresa Bassa Poropat, Stephen Taylor dell'AREA Science Park, Simona Cerrato per la SISSA ed il presidente del Centro di Biomedicina Molecolare Edvino Jerian.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival Scienza, Torrenti: Trieste Next riconnette impresa e ricerca

TriestePrima è in caricamento