Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Trieste, parcheggi e concerti gratis: «Cosolini punta alle elezioni anticipate»

L'ipotesi è di Paolo Rovis, che tra «gossip e verosimiglianza» svelta il presunto piano del sindaco

«Tra il gossip e la verosimiglianza, gira voce che le elezioni per il Sindaco di Trieste potrebbero tenersi fra pochi mesi, in anticipo di un anno sulla scadenza prevista per il 2016». Le parole, che al momento non possono che essere catalogate nella categoria delle "fantasie", pubblicate su Facebook da Paolo Rovis, capogruppo Pdl ed esponente del Ncd in Consiglio Comunale, svelano uno scenario politico che potrebbe far preoccupare più di qualcuno in Comune.

La presunta tattica di Roberto Cosolini, che ha già dichiarato alle telecamere di Telequattro di volersi ricandidare a sindaco di Trieste, scrive Rovis, sta «nell'attivismo da inizio campagna elettorale di Cosolini nelle ultime settimane, alcuni recenti provvedimenti mirati a intercettare consenso (spettacoli gratis, parcheggi gratis, autobus gratis, rinvio pagamenti imposte comunali, ecc.), il feeling con alcuni pezzi dell'opposizione e altri ancora».

13nov14. Consiglio Comunale Trieste- sfiducia presidente Furlani? (foto di Emanuele Esposito)-13Il consigliere Pdl/Ndc svela anche quali sarebbero i vantaggi di una mossa di questo tipo: «Sfruttare rapidamente il "vento" favorevole renziano, approfittare di un centrodestra ancora impreparato e diviso, liberarsi degli alleati di sinistra - RC e SEL - diventati ormai scomodi, e blindarsi per i prossimi 5 anni. Una mossa finalizzata anche, dicono i maligni, a evitare che dentro il PD si metta in discussione la conferma di Cosolini, di estrazione notoriamente bersaniana e quindi "altro" rispetto al nuovo corso di Renzi. E per tarpare le ali sul nascere, si sussurra, alle ambizioni municipali di qualche esponente della cd. "società civile", magari noto e ben visto negli ambienti democratici più "centristi"».

A questo punto, il presunto piano perfetto di Cosolini avrebbe bisogno di una motivazione e Rovis la scova nella "storia": «La scusa per far saltare il banco qualcuno potrebbe offrirla e in primavera è prevista l'approvazione del Piano Regolatore: la stessa delibera che ispirò le dimissioni del sindaco Illy (primo mandato) con un anno di anticipo e che lo portò poi, nel 1997, a venire rieletto per il mandato successivo. Corsi e ricorsi...?».

«Fantasie? Solo voci incontrollate e inconsistenti - (si) chiede Rovis -? Può darsi, ma di solito, nella pentola, l'acqua non bolle invano. Come andrà a finire? Non resta che rifarsi all'immortale Lucio Battisti: lo scopriremo solo vivendo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trieste, parcheggi e concerti gratis: «Cosolini punta alle elezioni anticipate»

TriestePrima è in caricamento