Trieste Running Festival, Kyenge (PD): "Scriverò al commissario UE" (VIDEO)

"Il razzismo non può essere usato come strumento di lotta politica, a prescindere dalla smentita. È giusto denunciare casi di sfruttamento ma devono essere utilizzati strumenti adeguati, non escludendo le vittime ma includendole e sostenendole"

"La vicenda del Trieste Running Festival è un episodio vergognoso e da condannare, nei prossimi giorni manderò una lettera alla commissaria europea Eva Iurova per chiedere che episodi del genere non accadano più" è quanto dichiarato a Trieste Prima dall'eurodeputata uscente del PD Cécile Kyenge, candidata alle elezioni europee per la circoscrizione del Nord Est.

Trieste Running Festival e gli atleti africani: una sintesi 

Le polemiche

Il commento arriva in seguito alla bufera di polemiche riguardo alla decisione della società sportiva organizzatrice Miramar di ingaggiare a pagamento solo atleti europei, non africani. Una decisione poi revocata nella stessa giornata dal presidente della società Miramar Fabio Carini, che ha ora aperto gli ingaggi anche ad atleti africani. Secondo Carini la scelta di non invitarli sarebbe stata operata come segno di protesta contro i manager sfruttatori.

Gli strumenti adeguati

"Il razzismo non può essere usato come strumento di lotta politica, a prescindere dalla smentita - ha dichiarato Kyenge -. È giusto denunciare casi di sfruttamento ma devono essere utilizzati strumenti adeguati, non escludendo le vittime ma includendole e sostenendole. Io vedo il contrario: strumenti utilizzati in modo inadeguato, con la Regione a fianco dell'associazione sportiva al tavolo della conferenza stampa. La Regione ha un programma di lotta contro la "tratta" degli esseri umani e sa benissimo che queste vittime devono essere protette. In questo caso vediamo l'esclusione mentre lo sport dovrebbe essere un linguaggio internazionale che include e unisce".

Il rilancio di Trieste Running Festival: attesi 10mila partecipanti

La lotta all'afrofobia

"Due settimane fa abbiamo chiuso il Parlamento Europeo con un documento di cui vado molto orgogliosa - ha poi annunciato l'eurodeputata uscente -: una risoluzione contro la lotta all'afrofobia, ossia la discriminazione e il razzismo verso le persone di origine africana. Era in tempi non sospetti ma oggi vedo che questo tema viene utilizzato per fare del sensazionalismo e quindi anche in campagna elettorale si violano i nostri valori di pluralismo e rispetto delle minoranze, presenti nell'articolo due del trattato dell'Unione Europea. La lettera che spedirò alla commissaria Iurova  - conclude Kyenge - servirà anche a verificare che i principi di questa risoluzione siano applicati".

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

Torna su
TriestePrima è in caricamento