Politica

Turismo a Trieste, M5s sull'Errata Comunicazione del 3 novembre: «Danno di Immagine per la Città»

Presentata un'interrogazione al sindaco Cosolini: «Finora pochi risultati e tante risorse sprecate» Sul disguido dell'ingresso gratuito per tutti annunciato dal Comune di Trieste in occasione della festività patronale (in realtà l'ingresso è...

Presentata un'interrogazione al sindaco Cosolini: «Finora pochi risultati e tante risorse sprecate»

Sul disguido dell'ingresso gratuito per tutti annunciato dal Comune di Trieste in occasione della festività patronale (in realtà l'ingresso è stato garantito esclusivamente ai residenti, come sottolineato dal nostro articolo), il MoVimento 5 Stelle Trieste ha presentato oggi un'interrogazione al sindaco Cosolini chiedendo una risposta scritta e in aula.

«Premesso che errare è umano, vogliamo conoscere nel dettaglio come sono andate le cose ed in particolare se si è trattato di un errore di comunicazione oppure di mancate direttive ai responsabili delle casse dei musei», spiega Paolo Menis, capogruppo M5S.

«Il danno di immagine per Trieste è elevato - continua il consigliere comunale M5S Stefano Patuanelli - ed ancora una volta ci troviamo a dover commentare una gestione a dir poco approssimativa delle iniziative a supporto del comparto turistico. È surreale poi che, in un'epoca in cui vi sono infiniti strumenti di comunicazione, non si riesca a divulgare in modo corretto un messaggio. D'altra parte basta visitare la pagina dedicata al turismo del nostro sito istituzionale, ove sono riportate nella sezione "news" alcune (tre) attività del Comune di Trieste datate luglio, agosto e novembre del 2012, per comprendere la pochezza strategica di questa amministrazione in tema di turismo».

«Negli ultimi anni non si è mai riusciti a mettere d'accordo i vari enti, che spesso hanno sovrapposto le proprie attività, andando addirittura in competizione gli uni con gli altri. Conseguenza: pochi risultati e risorse sprecate» aggiunge il deputato M5S Aris Prodani. «Molte decisioni sono state prese in autonomia senza una seria valutazione dei costi e dei benefici: navi bianche a sfavore del turismo congressuale, mostre poco interessanti e con poca promozione, siti come quello di Miramare a dir poco trascurati. Deve essere chiara la governance futura del turismo - ribadisce il deputato M5S -. Il turismo deve essere visto come un'opportunità che abbiamo e che dobbiamo sfruttare al meglio, in maniera professionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo a Trieste, M5s sull'Errata Comunicazione del 3 novembre: «Danno di Immagine per la Città»

TriestePrima è in caricamento