Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Turismo, Rovis (Ncd): «Boom a Natale… ma il resto dell'anno?»

Il capogruppo Pdl in Consiglio comunale smorza gli entusiasmi di Cosolini e Kraus riportando una dato preoccupante: «Dovrebbe interessare è l'andamento complessivo del comparto, anno per anno, stagione per stagione»

L'entusiasmante conferenza stampa in cui il sindaco Roberto Cosolini e l'assessore Edi Kraus hanno esposto i dati sul turismo di Natale a Trieste è stata oggetto poi di diversi attacchi politici da parte dell'opposizione: infatti, prima il consigliere circoscrizionale Pdl/Forza Italia Roberto Dubs ha fatto notare come lo stesso numero di visitatori nei musei triestini in 40 giorni lo avesse raggiunto anche PordenoneLeggi in una settimana, poi è stato il turno del consigliere comunale Ncd, capogruppo Pdl, Paolo Rovis che ha accusato il sindaco e l'assessore di aver preso in riferimento solo una piccolissima parte dell'anno appena passato.

Rovis infatti sul suo blog, oltre a riportare i preoccupanti dati riguardanti il calo di pernottamenti, «in due anni, quindi, 130mila pernottamenti in meno a Trieste. Una perdita secca del 13%», porta l'esempio dell'estate, il periodo tra maggio e agosto 2014, quello «dei grandi eventi e concerti in città»: «A Trieste - scrive il consigliere - è arrivato lo 0,8% di turisti in più rispetto al medesimo periodo del 2013. E solo lo 0,1% in più ha pernottato nella nostra città. Questi sono risultati "eccezionali"? Anche qui, se osserviamo altri ambiti regionali magari ci consoliamo. Certo che vedere Trieste +0,1% e Udine, stesso periodo, +11,0, un po' di fastidio lo provoca».

«C'è poi da registrare, purtroppo, un calo della spesa del turista a Trieste - spiega Paolo Rovis -. Fatto non secondario: importa sì che i visitatori arrivino in tanti, ma più ancora importa che il comparto ne benefici in termini di ricavi. Invece Ires FVG su dati Bankitalia ci dice che nei primi 7 mesi del 2014 Trieste ha perso 24 milioni di euro rispetto allo stesso periodo 2013, pari a una diminuzione del 14,5%. Un dato in controtendenza negativa rispetto all'intera regione FVG, che invece registra un aumento di 21 milioni, + 4,4% di spesa da parte dei turisti».

«Tutto questo non per denigrare il lavoro altrui, tanto meno per godere masochisticamente se le cose per Trieste non vanno bene. Sarei più felice di riconoscere, pur dall'opposizione, che la Giunta di centrosinistra che amministra Trieste sta portando risultati veri e consistenti. Mi pare però che, purtroppo, non sia così. E che autoincensarsi sulla stampa locale - conclude il consigliere Ncd/Pdl -, esultare per un week-end di alberghi pieni non sia esattamente l'atteggiamento più utile per provare a invertire la china discendente».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, Rovis (Ncd): «Boom a Natale… ma il resto dell'anno?»

TriestePrima è in caricamento