"L'ultimo Scapeloto" (cosa ci tocca fare)

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

El Scapeloto è stato dal 2010 fino ad oggi il “giornale” sotto forma di Blog prima del Comitato Obiettivo Trieste e dal 2014 della Lista Civica Obiettivo Trieste.

Nel suo interno ho manifestato la mia rabbia di cittadino nei confronti delle Amministrazioni locali assenti e indifferenti alle esigenze dei cittadini. Non vado a elencare tutte le rimostranze che ho presentato alle quali solo in parte ho dato visibilità.

Non era mia intenzione presentare la candidatura di Obiettivo Trieste alle prossime elezioni comunali, sono stato costretto per evitare che il nome e tutta la sua storia passassero di mano a un distratto personaggio a cui il distratto quotidiano locale aveva dedicato una intera pagina del suo giornale.

Si parte quindi per questa avventura e bisogna attrezzarsi per fare il percorso da qui a giugno, il tempo è pochissimo.

Intanto bisognerebbe che gli organi d’informazione facciano il loro dove che è quello d’informare, ma nonostante gli si vada a gridare nell’orecchio non sentono, per loro Obiettivo Trieste è stato solo quello che è durato un giorno presentato con grande risalto dalla stampa locale e a cui con altrettanto risalto il momentaneo candidato sindaco del Centro Destra Roberto Dipiazza aveva proposto di “apparentarsi”.

Servirebbero almeno ventisette cittadini da candidare ma si tirano indietro anche coloro a cui O.T. ha dato in passato ascolto, mettendo in evidenza le loro problematiche.

L’ultimo scapeloto quindi lo dedico agli anestetizzati cittadini che negli ultimi decenni sono rimasti in silenzio davanti alla devastazione della nostra città, pronti a brontolare davanti a un “capo in b” o sentendosi dei rivoluzionari condividendo link in Facebook.

Buona fortuna Trieste!

Fulvio Covalero

Torna su
TriestePrima è in caricamento