menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'Altra Trieste: Collaborazione del Sindaco su Dehors e via Gallina

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota del gruppo consiliare di Un'Altra Trieste Sulla riapertura di Via Gallina il Sindaco ha recepito la richiesta di Un’Altra Trieste, fatta propria dal Presidente di Commissione Ravalico, di attendere...

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota del gruppo consiliare di Un'Altra Trieste


Sulla riapertura di Via Gallina il Sindaco ha recepito la richiesta di Un'Altra Trieste, fatta propria dal Presidente di Commissione Ravalico, di attendere gli esiti della commissione straordinaria che si riunirà, per decidere il futuro della via dopo la fine dei lavori di riasfaltatura.

<< Registriamo ancora una volta la disponibilità del Sindaco nel cogliere lo spirito trasversale che ha guidato i lavori della sesta commissione, che vuole valutare l'opportunità di chiudere al traffico Via Gallina>> hanno affermato Alessia Rosolen e Franco Bandelli

<< Ipotesi che - come sostengono Bandelli e Rosolen - appare sempre più condivisa dalle forze politiche del Consiglio e che dimostra ancora una volta la presenza della volontà politica in seno al di poter convergere su obiettivi che vadano nell'interesse della città>>.

<< Così come - proseguono i due consiglieri comunali - rileviamo ancora una volta il forte senso di responsabilità dell'intera commissione che ha approvato la mozione presentata dal Gruppo di Un'Altra Trieste con cui è stato richiesto di sbloccare il piano Dehors>>.

Su quest'ultima proposta si prende atto << di un impegno che ha riscontrato condivisione non solo nei membri della commissione ma nel Sindaco stesso, che ha garantito di essersi già mosso con la Soprintendenza per avviare lo sblocco della variante Dehors, necessaria a regolamentare una situazione che allo stato attuale è priva di controllo>>.

<< Il Piano Dehors infatti - secondo i Consiglieri di Un'Altra Trieste - permetterà di tutelare gli interessi di tutti quei pubblici esercizi pronti ad investire per il miglioramento dei loro locali, ma anche e soprattutto pronti a sostenere piani di rilancio che potranno avere importanti ricadute sul piano occupazionale di un settore, messo a dura prova dalle molteplici incombenze burocratiche che lo penalizzano>>.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento