menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'Altra Trieste: Sindaco e Maggioranza Immagine di una Trieste che non c'e' piu'

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota stampa di Un’Altra Trieste: . Ad affermarlo il Capogruppo di Un’Altra Trieste Franco Bandelli, firmatario assieme alla Consigliera Alessia Rosolen, di una mozione con la quale veniva chiesta...

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota stampa di Un'Altra Trieste:

<<Credo che quello consumatasi ieri sera, sia il primo vero scivolone per il Sindaco, che ha perso una buona occasione per dimostrare coraggio e dare un segnale di cambiamento alla città>>. Ad affermarlo il Capogruppo di Un'Altra Trieste Franco Bandelli, firmatario assieme alla Consigliera Alessia Rosolen, di una mozione con la quale veniva chiesta l'intitolazione di una via al 12 giugno 1945, data in cui ricorre l'anniversario della liberazione della città dalle truppe titine.

<< Speravamo - prosegue Rosolen - che ci fosse una diversa sensibilità e che il lavoro di comprensione della storia rafforzatosi in questi anni, in occasione di svariate manifestazioni ufficiali, non fosse solo un'operazione di facciata ma potesse trovare ben altra risposta anche in Municipio>>.

<< Nonostante questo però - proseguono i due consiglieri di Un'Altra Trieste - non ci rassegniamo all'idea che mentre il mondo va avanti e ovunque cadono gli steccati innalzati dalla storia, Trieste sia costretta a restare indietro per la miopia della sua classe politica>>.

<<Per questo motivo - annunciano - porteremo questa mozione all'attenzione del Quirinale che così tanto si è speso per concretizzare un percorso di riavvicinamento>>

<<Siamo certi - proseguono Bandelli e Rosolen - che il Presidente Napolitano difficilmente troverà sensata la scelta, con cui il Sindaco e la sua maggioranza hanno rifiutato questo riconoscimento dovuto ad una pagina fondamentale per la libertà e la democrazia di queste terre. Il riconoscimento di una data che - da qualsiasi parte venga guardata - altro non è che la fine di giorni di terrore per tutta la nostra gente>>.

<< Non escludiamo - precisa Bandelli - di adottare anche forme simboliche di protesta da indirizzare al Quirinale>>.

<<E' impensabile - secondo Rosolen - organizzare concerti, rappresentazioni teatrali e poi rifiutare di compiere atti concreti che vadano nella direzione del riconoscimento della storia prima ancora che delle memorie di tutti>>.

<<Atteggiamenti come quelli del centrosinistra a Trieste - concludono gli esponenti di Un'Altra Trieste - non fanno altro che dare ragione a tutti coloro che si sono mostrati scettici o che non hanno mai creduto nella sincerità di certi gesti. Speravamo sinceramente non avessero ragione, ed invece a quanto pare?>>.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento