menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'Altra Trieste: sul Rigassificatore una scelta Politica

Pubblichiamo una nota di Un'Altra Trieste >. Questo il commento di un’Altra Trieste dopo il voto con cui il Consiglio comunale ha bocciato la realizzazione del rigassificatore a Trieste. .

Pubblichiamo una nota di Un'Altra Trieste

<< In politica governare equivale a decidere, e sul rigassificatore il no del Consiglio comunale ha un valore politico>>. Questo il commento di un'Altra Trieste dopo il voto con cui il Consiglio comunale ha bocciato la realizzazione del rigassificatore a Trieste.

<<Per questo - proseguono Bandelli e Rosolen - c'è il rammarico per non essere riusciti a raggiungere l'unanimità nell'interesse della città , nonostante ci fossimo adoperati in tal senso per convincere sia il Consigliere della Lista Dipiazza Grilli che quello di Futuro e Libertà Lobianco che hanno preferito astenersi di fronte ad un tema in cui non sono acettabili vie di mezzo>>.

<< Il voto favorevole alla delibera - spiega Bandelli - che esprime di fatto un parere contrario alla realizzazione del rigassificatore è per quel che ci riguarda coerente rispetto all'impegno assunto in Campagna elettorale e alle battaglie portate avanti assieme alla città, che è sempre stato contrario. Per altri, invece, appare politicamente, più difficile da spiegare>>.

<< Ci riferiamo in particolar modo ai Consiglieri del Pdl - spiegano i Consiglieri comunali - che ora dovranno spiegare il loro voto contrario al rigassificatore a chi ha sempre fatto del sostegno all'impianto di Zaule una condizione imprescindibile per poter far parte del Pdl in Regione>>.

<< Tutti ricordiamo ad esempio - sottolinea Bandelli - quando il coordinatore regionale del Pdl Gottardo, scatenò una sorta di guerra santa contro l'allora Assessore Rosolen colpevole di non sostenere il rigassificatore a Trieste>>.

<< Oggi - evidenzia Bandelli - ci aspettiamo l'espulsione dal Pdl dei Consiglieri triestini che hanno votato contro il rigassificatore disobbedendo agli ordini di partito e la crisi del governo regionale>>.

<<Come faranno infatti quei Consiglieri comunali del Pdl che siedono anche fra gli scranni di Piazza Oberdan a giustificare il loro voto alla luce del recente appello giunto sia da Tondo che dal suo vice Ciriani per accelerare il sì al progetto>>.

<< A questo punto - conclude Bandelli - visto che la decisione finale spetterà alla Regione e al Governo, i Consiglieri regionali farebbero bene a non fare il doppio gioco a cui sono abituati e per coerenza iniziassero a fare pressioni sul governatore Tondo per esprimere parere negativo al rigassificatore, affinché anche il Presidente del Consiglio Monti non allunghi la già infinita lista di motivi per cui siamo contrari al suo governo>>.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento