Politica

Unioni civili, Roberto Cosolini: «Centrodestra cittadino prigioniero di estremismi»

L'ex-sindaco Roberto Cosolini sulla seduta di ieri in Consiglio comunale nel dibattito sulle unioni civili

L'ex-sindaco Roberto Cosolini, a margine della seduta fiume di ieri in Consiglio comunale, dalla sua pagina Facebook: «Dopo una discussione francamente a tratti incredibile in Consiglio pubblico questa foto che mi ricorda un Comune laico e tollerante, attento ai diritti dei cittadini».

cosolini coppia gay-2

Continua ancora Roberto Cosolini: «Non c'era ancora una legge, che viene applicata senza grandi discussioni in tante città. Qui no: ma almeno è emerso con chiarezza, nonostante i tentativi di rifugiarsi in elucubrazioni giuridiche, che la scelta di negare la sala di piazza Unità è politica. Della serie unitevi pure visto che una legge ci obbliga a riconoscerlo ma senza clamori. Non possono, parlo del centro destra triestino prigioniero su questi temi di un estremismo lontano dal senso comune della città, accettare che due persone dello stesso sesso escano in piazza da quella sala, possano essere festeggiati con il riso, le foto, la gioia di parenti ed amici. Alla fine qualcuno, più ingenuo di loro lo ha anche detto esplicitamente. Ma era chiaro già prima. Continuiamo a impegnarci affinché immagini come questa non siano solo il passato, ma soprattutto il futuro.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unioni civili, Roberto Cosolini: «Centrodestra cittadino prigioniero di estremismi»

TriestePrima è in caricamento