menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Unioni Territoriali Intercomunali, Serena Pellegrino (SI): «Le Uti così come concepite non funzionano»

La parlamentare Serena Pellegrino, vicepresidente del gruppo parlamentare di Sinistra Italiana riguardo le UTI: « I sindaci oggi non sanno come salvare il proprio Comune, nonostante i numerosi aggiustamenti operati sulla legge»

«L’abbiamo detto e ripetuto in molteplici circostanze, inclusa l’approvazione delle modifiche allo Statuto del Friuli Venezia Giulia che, tra l’altro, hanno tolto le Province dalla geografia istituzionale del FVG: le UTI così come concepite non funzionano. Allora ci accusarono di fomentare la rissa politica. Oggi i sindaci, inclusi quelli del centro sinistra che obtorto collo hanno chinato il capo alle UTI per evitare i tagli ai trasferimenti nelle casse comunali, non sanno come salvare il proprio Comune, nonostante i numerosi aggiustamenti, ben 19, operati dal legislatore regionale per far funzionare una architettura normativa invisa tanto a destra quanto a sinistra». Lo afferma la parlamentare Serena Pellegrino, vicepresidente del gruppo parlamentare di Sinistra Italiana.

«Lo stesso Tar del Friuli Venezia Giulia aveva avvisato, nella sentenza con cui aveva respinto quasi tutti i ricorsi dei sindaci contro il Piano di riordino territoriale, che una legge può risultare buona e conforme ai principi costituzionali sulla carta, poi in fase attuativa può rivelarsi estremamente problematica. I sindaci che si rivolgono, in questi giorni, all’amministrazione regionale per avviare una discussione sul percorso di attuazione delle UTI, si trovano alle prese con il rischio di non essere in grado di sostenere le funzioni istituzionali dei Comuni, snodo fondamentale del governo del territorio ed enti esponenziali delle autonomie locali».

«Le UTI dunque - conclude Serena Pellegrino - oltre a rappresentare una contrazione della rappresentatività e della democraticità che non possiamo approvare, si stanno rivelando inefficaci e pericolosissime nella prospettiva del buon andamento della pubblica amministrazione, manifestano il problema che disporre di risorse finanziare ma non avere personale significa comunque non essere in grado di mantenere i servizi propri delle amministrazioni comunali. Mentre è ancora da dimostrare si sia raggiunto l’obiettivo del contenimento della spesa pubblica».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La zona gialla torna dal 26 aprile: ristoranti aperti anche la sera

  • Cronaca

    Operatori sanitari in piazza contro l'obbligo vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento