menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vincolo di mandato, Sabia (Amici Beppe Grillo): «Gruppo misto solo alibi, dimissioni immediate»

La pentastellata Sabia: «Nel momento in cui un eletto non si riconosce più nell'entità politica entro la quale è stato eletto dovrebbe semplicemente dimettersi»

Ottima partecipazione di pubblico all'incontro promosso dal gruppo Beppe Grillo Trieste sul tema del vincolo di mandato, tenutosi venerdì 19 febbraio al bar Knulp. 

Paola Sabrina Sabia, proposta dal Meetup come candidato sindaco, ha spiegato il punto di vista degli attivisti triestini al riguardo. Gli stessi attivisti che, qualche giorno fa, hanno chiesto alla candidata di farsi loro portavoce con lo staff del M5S per richiedere che anche a Trieste venga imposta la sottoscrizione di un codice comportamentale analogo a quello adottato dal Movimento Cinque Stelle a Roma. Sabia ha dichiarato di essere «orgogliosa di fare parte di un gruppo che chiede, in autonomia, di dotarsi di un codice etico che antepone il rispetto degli elettori all'attaccamento alla poltrona».

Giacché – ha continuato Paola – «nel momento in cui un eletto non si riconosce più nell'entità politica entro la quale è stato eletto dovrebbe semplicemente dimettersi. Il gruppo misto è un alibi che non dovrebbe nemmeno esistere». Da un punto di vista meramente pratico, infatti, la palude è il luogo di ritrovo di chi tradisce i propri elettori, è il luogo di ritrovo dei gattopardi che assicurano come «nulla cambierà nei confronti degli elettori». Ma se ti hanno eletto votando una squadra ben precisa, con un programma specifico, che senso ha lasciarla se – tra l'altro – nulla cambia? Il punto di vista di Paola Sabia, cioè dei cittadini onesti pentastellati in Italia, è semplice: «dimissioni e avanti il prossimo! È questo l'unico modo di rispettare i cittadini che ti hanno eletto».

Nel dibatto che ha chiuso l'incontro è intervenuto anche Massimo Braini, anch'egli candidato nella lista proposta dal Gruppo. Braini ha potuto rispondere alle numerose domande poste dal pubblico in sala.

La settimana prossima, venerdì 26 febbraio, sempre al Knulp, il gruppo Amici di Beppe Grillo Trieste ha organizzato un'altra riunione pubblica, questa volta con il tema “Cultura”. Condotta dall'archeologa Gabriella Petrucci, la riunione verterà sulla questione urbanistica e archeologica della città, ma anche dell'associazionismo e di molti altri aspetti della bistrattata vita culturale triestina, parte fondamentale del programma politico portato avanti per le prossime elezioni amministrative del maggio 2016. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento