Politica

Volontari per la sicurezza: saranno reintrodotti in III circoscrizione

Approvata la mozione del consigliere Papallo (Fi): «Per i grillini la sicurezza di Trieste non è un problema reale»

«Una sorveglianza costante del territorio attraverso la reintroduzione del vigile di quartiere e l’introduzione dei volontari per la sicurezza urbana». Questo chiede la mozione del centrodestra proposta dal consigliere Gianluca Papallo (Fi) e approvata in III circoscrizione (Roiano, Gretta, Barcola, Cologna e Scorcola).

«Tenuto conto degli ormai quasi quotidiani episodi di violenza che attanagliano la città – ha premesso Papallo nella relazione introduttiva - e della forte paura e preoccupazione che ci arriva dalla cittadinanza, bisogna cercare di risolvere questo problema. I casi di crimine e microcriminalità come quelli accaduti in largo Barriera, viale XX Settembre, via Paisiello la ragazza aggredita in viale Miramare testimoniano che il problema della sicurezza a Trieste è reale e sempre crescente negli ultimi anni». Ha evidenziato inoltre con risultati della Polizia Locale «come la sola temporanea reintroduzione del vigile di quartiere abbia debellato atti di bullismo ai Topolini nell’estate 2015».

Il consigliere ha poi sottolineato che i volontari per la sicurezza urbana sono previsti e regolamentati da due leggi: una nazionale, la n° 94 del 2009 e l’altra regionale n° 9 del 29 aprile 2009, i volontari saranno iscritti nell’apposito registro prefettizio. «Questa mozione – aggiunge - è una risposta ai timori di cittadini e commercianti: dobbiamo fornire loro tutti gli strumenti utili perché la percezione della sicurezza (che dovrebbe essere di tutti, senza distinzioni politiche), torni ad aumentare dopo aver raggiunto livelli bassissimi».

La mozione sulle associazioni di volontari per la sicurezza urbana è stata firmata da tutti i rappresentanti del centrodestra della III circoscrizione, nonostante il voto contrario di tutti e quattro i consiglieri M5S più quello della presidente. 8 sono stati i voti favorevoli (Fi, Lega e Lista Di Piazza), e 4 gli astenuti (Pd + Insieme per Trieste Cosolini Sindaco).

«Contro il provvedimento è intervenuto il consigliere M5S de Bortoli: "Trieste non è il Far West descritto dal consigliere Papallo, non è una città pericolosa: gli atti di criminalità non sono ad esempio paragonabili a una Milano" - riporta il consigliere forzista che dopo l'approvazione si è dichiarato - basito dalle dichiarazioni del capogruppo degli M5S, apprendo dalle sue parole che per loro la sicurezza della città non è un problema reale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volontari per la sicurezza: saranno reintrodotti in III circoscrizione

TriestePrima è in caricamento