Politica

Voucher, Zilli (LN) interroga Serracchiani: «In che modo salvaguarderà il lavoro in Fvg?»

L'interrogazione urgente di Barbara Zilli (LN) finalizzata a conoscere l'impiego dettagliato dello strumento nei vari settori lavorativi della nostra Regione

«Anche sui voucher il Pd sconfessa se stesso: dall'ampliamento delle maglie di applicazione voluto da Renzi, alla loro eliminazione pur di evitare ancora una volta il confronto con i cittadini. Quanto costa la scelta del Governo di eliminare i voucher in Friuli Venezia Giulia?» Se lo chiede Barbara Zilli (LN) con una interrogazione urgente finalizzata a conoscere l'impiego dettagliato dello strumento nei vari settori lavorativi della nostra Regione. «I buoni lavoro, come erano stati intesi inizialmente, rappresentano un valido strumento per tutelare il lavoro occasionale ed evitare il proliferare di situazioni di lavoro sommerso - dice Zilli - ma quanto accaduto durante il Governo Renzi, con il cosiddetto "jobs act", ha di fatto ampliato il campo di applicazione dei voucher, consentendo il ricorso a prestazioni di lavoro in tutti i settori produttivi. Questo ha comportato, ovviamente, un abuso non accettabile nell'utilizzo dei voucher registrata nell'ultimo periodo».

«La Lega - continua Zilli - ha già presentato alla Camera una propria proposta di legge al fine di arginare l'uso smodato di questo strumento. È indubbio che i buoni lavoro sono un valido metodo per le attività lavorative occasionali, esercitate dalle categorie più deboli nel mondo del lavoro, cioè proprio i soggetti esposti al rischio di esclusione sociale, o non ancora entrati nel mercato del lavoro, oppure in procinto di uscirne».

«Nella nostra regione sono molte le aziende che fanno ricorso a questo strumento, soprattutto nel settore agricolo stagionale che, ricordo rappresenta una eccellenza. Sono davvero moltissimi i lavoratori occasionali, soprattutto giovani, che pagheranno per la scelta irresponsabile del Pd».

«L'interrogativo politico che pongo con la mia interrogazione infatti - specifica Zilli - è rivolto proprio alla presidente Serracchiani, in qualità di numero due del Pd, alla quale chiedo come intenda giustificare questa scelta e salvaguardare il lavoro dei friulani, attraverso un'opera di moral suasion nei confronti del Governo».

«In ogni caso - chiosa Zilli - non è possibile che il futuro di imprenditori, lavoratori, giovani e famiglie sia sempre in balia delle lotte intestine del Pd: mentre questi litigano per la poltrona, il mondo del lavoro sta vivendo uno dei suoi periodi peggiori».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voucher, Zilli (LN) interroga Serracchiani: «In che modo salvaguarderà il lavoro in Fvg?»

TriestePrima è in caricamento