rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Crisi industriale

Wartsila, il governo alza l'impegno e approva l'odg di Serracchiani

Succede nel giorno del sì all'adesione della Finlandia alla Nato. In pressing anche i deputati della Lega

“Il parere favorevole del Governo all’ordine del giorno sulla vertenza Wartsila alza ulteriormente il livello di impegno delle Istituzioni nazionali. Il collegamento con la ratifica del Parlamento dell’adesione della Finlandia alla Nato, pur tenendo distinte le due situazioni, riconosce che la produzione di Trieste ha un valore strategico nazionale e come tale va trattata". Lo dichiara la presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani, dopo che il Governo ha dato parere favorevole all’ordine del giorno a sua firma, che impegna l’Esecutivo a “valutare l’opportunità di individuare ogni iniziativa idonea a garantire la continuità produttiva dell’impresa Wartsila e tutelare i lavoratori coinvolti, in considerazione della strategicità del settore”.

In pressing sul Governo anche i deputati della Lega Aurelia Bubisutti, Massimiliano Panizzut e Daniele Moschioni: "Abbiamo presentato in proposito un ordine del giorno al ddl sull'adesione di Finlandia e Svezia alla Nato. Chiediamo al governo di impegnarsi in questa direzione. Wartsila ha dichiarato di voler cessare l’attività produttiva di motori navali nel sito triestino, lasciando così senza lavoro 450 dipendenti diretti oltre a quelli dell’indotto. Grazie alla Regione Friuli Venezia Giulia, è stato immediatamente aperto il tavolo portando la questione su base nazionale e internazionale e il Mise ha subito convocato i vertici dell'azienda, richiamando il principio della corporate responsability. Auspichiamo che l'esecutivo prenda nella dovuta considerazione la strategicità del settore".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wartsila, il governo alza l'impegno e approva l'odg di Serracchiani

TriestePrima è in caricamento