Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica

Assestamento di bilancio, Zilli (LN): «Manovra senza coraggio»

«Il Pd favorisce immigrati e amici mentre si dimentica di giovani e giovani coppie, lavoratori e imprese artigiane in difficoltà»

«Con un Pd già in campagna elettorale e lacerato dalle divisioni interne, assistiamo alla presentazione di una manovra di assestamento senza coraggio, nel solco di quello che è stato negli ultimi quattro anni».
A dirlo è la consigliera regionale della Lega Nord Barbara Zilli commentando l'assestamento del bilancio regionale 2017.
«Giovani e giovani coppie, lavoratori, imprese artigiane in difficoltà - rincara Zilli - tutte categorie dimenticate a favore di immigrati e qualche associazione o Comune amico del Pd».

«Avremmo voluto che fosse stata presentata da parte della Giunta una manovra più coraggiosa: i nostri giovani sognano solo il posto pubblico anziché intraprendere attività artigianali e imprenditoriali che erano il tessuto portante della nostra regione o, nella peggiore delle ipotesi, sono costretti a emigrare all'estero - argomenta Zilli. Inoltre, le azioni a favore della famiglia e della natalità sono nulle: anziché finanziare corsi di italiano per immigrati, invitandoli di fatto a rimanere da noi fino a data da destinarsi, sarebbe più corretto investire fondi per aumentare la natalità».

«Senza contare quanto poco ci sia a favore della montagna: soprattutto in seguito alle tanto decantate e pubblicizzate riforme della Giunta Serracchiani, ancora una volta questa si è vista privata di tutto quello che ancora la teneva in vita. Riforma sanitaria, crac Coopca, politiche agricole ed economiche totalmente assenti: tutto questo ha messo a dura prova i cittadini dell'Alto Friuli»
«Ci vuole più coraggio», dice Zilli e rilancia ancora una volta «la fiscalità di sviluppo come volano per risollevare le sorti economiche del nostro Friuli, senza avere continuamente paura di quello che potrebbe dire l'Europa».

«E che dire dei finanziamenti alle Uti e al sistema sanitario? Un buco nero di fondi causato da riforme completamente sbagliate».
«Siamo davanti a una manovra povera di visione e meramente clientelare - conclude Zilli - con un Pd che è più attento ad accontentare gli amici piuttosto che dare un segnale forte: questo assestamento conferma una volta in più la rottura del rapporto di fiducia tra questa amministrazione e i cittadini».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assestamento di bilancio, Zilli (LN): «Manovra senza coraggio»

TriestePrima è in caricamento