Pompieri volontari: "Lanterne cinesi possono diventare bombe incendiarie"

I pompieri volontari, durante il servizio antincendio boschivo a Capodanno non hanno rilevato incendi ma mettono in guardia da questa pratica potenzialmente pericolosa. Impiegati una ventina di volontari e sei automezzi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Durante San Silvestro anche tre squadre formate dai Pompieri Volontari di Trieste e San Dorligo-Breg e di quelli della squadra di protezione civile di Muggia, coordinate dalla protezione civile regionale, hanno presidiato il territorio provinciale di Trieste per effettuare una vigilanza preventiva contro gli incendi boschivi eventualmente provocati dal lancio di fuochi d'artificio; la notte è trascorsa con relativa tranquillità e non si segnalano interventi, nonostante i ripetuti inviti e raccomandazioni dei giorni scorsi, i volontari hanno visto alzarsi in cielo numerose "lanterne cinesi", per fortuna queste potenziali bombe incendiarie sono state spinte dal vento verso il mare aperto o in direzione dei centri abitati (non per questo meno pericolose..) e non hanno provocato danni. in tutto sono stati impegnati una ventina di volontari e sei automezzi antincendio. 

Torna su
TriestePrima è in caricamento