"Primi passi nella lingua tedesca", il Comune e Goethe assieme nelle scuole

Coinvolte 18 scuole e oltre 400 bambini per un primo approccio alla lingua tedesca. Un progetto che sfata il falso mito della lingua tedesca ''difficile da insegnare ai più piccoli'', e lo fa tramite una modalità di insegnamento ludica e divertente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Diciotto scuole dell'infanzia cittadine per oltre 400 bambini impegnati nel loro primo approccio alla lingua tedesca: si ripropone, anche nel anno scolastico 2018-19, il progetto ''Primi passi nella lingua tedesca'', promosso dal Comune di Trieste in collaborazione con il Goethe-Zentrum Triest. Un progetto che sfata il falso mito della lingua tedesca ''difficile da insegnare ai più piccoli'', e lo fa tramite una modalità di insegnamento ludica e divertente, ricreando situazioni e contesti propri della vita di tutti i giorni, facendo familiarizzare i più piccoli al suono della lingua tedesca, ma soprattutto consentendo loro di “aprire una finestra” su usi e costumi diversi dai nostri, per abituarli all’ascolto e alla conoscenza dell'altro.

Il tedesco non è una lingua difficile

Un progetto reso gratuito per tutti i bambini grazie al finanziamento del Goethe Institut Italia. «L'esposizione a una seconda lingua fin da piccoli è una grande opportunità per i bambini, e ha ricadute positive sullo sviluppo non solo linguistico – spiega Anna Cargnello, coordinatrice del Goethe-Zentrum Triest, l’associazione culturale senza fini di lucro che ha come scopo la diffusione della lingua e della cultura tedesca - Anche se il bambino non è in grado di comprendere tutto ciò che ascolta, sa però distinguere una lingua famigliare da un'altra, senza che ciò ingeneri confusione, anzi: è un arricchimento importante».

Le scuole coinvolte nel progetto

Le Scuole dell’Infanzia Comunali coinvolte sono: M. Silvestri, F. Aporti, Tour Chucherna, L'arcobaleno, Rena Nuova, Azzurra, Mille Colori, Don Chalvien, Cuccioli, Giochi delle Stelle, Il giardino dei sogni, Mille Bimbi, La scuola del Sole, Giardino Incantato, Delfino Blu, Sorelle Agazzi, L'Isola dei Tesori e Il tempo Magico. Proprio in quest'ultima scuola, l’assessore comunale all’Educazione, Scuola, Università e Ricerca del Comune di Trieste Angela Brandi, assieme alla direttrice del Goethe-Zentrum Triest Anna Cargnello, ha portato un saluto a una classe di bambini impegnati in una lezione. Il progetto “Primi passi nella lingua tedesca” vede coinvolti i bambini in cinque (5) incontri di circa trenta minuti ciascuno, condotti da un'insegnante madrelingua del Goethe-Zentrum Triest, con la compresenza di un’insegnante della scuola che ospita il laboratorio. L’approccio è di tipo ludico: viene dato largo spazio al canto e alle attività di tipo motorio. I bambini ricevono delle schede da compilare in classe con le maestre, che poi vengono raccolte e alla fine del percorso portate a casa. Gli incontri trattano di usi, costumi e festività relative al periodo dell’anno in cui si svolgono gli incontri. Inoltre i bambini imparano un piccolo gruppo di vocaboli legati alla loro vita attraverso il gioco e brevi canzoncine (le forme di saluto, i numeri da 1 a 10, i colori, animali) oppure a comprendere ed eseguire semplici ordini come alzarsi e sedersi, girarsi, battere le mani. Al termine dell'esperienza, la scuola riceve un certificato di partecipazione.

Torna su
TriestePrima è in caricamento