rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
TriestePrima

Ritorno Festival dell'Operetta, raccolta firme - boom: 1300 in 2 giorni

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Questo lo slogan che ha fatto da padrone nei nostri due intensissimi giorni (11 e 12 luglio 2015) nei quali abbiamo organizzato una raccolta firme arrivando già quasi a 1300, per sostenere il nostro prestigioso Festival, nella speranza che possa ritornare.

Un genere teatrale che ci ha resi famosi in tutto il mondo, una qualità triestina unica nel rendere il genere dell'operetta ai massimi livelli di professionalità grazie agli artisti e alle maestranze artistiche e tecniche dei nostri teatri. Riportarlo a casa sarebbe un progetto importante di promozione turistica e culturale, un importante veicolo di traino per l'arrivo in città di turisti e di conseguenza un introito in termini di lavoro e occupazione per i nostri teatri, per gli alberghi, i ristoranti e il commercio in genere in questo momento quanto mai sofferente e in serie difficoltà. Il nostro gruppo non ha nessuno scopo di lucro né politico, siamo semplici triestini amanti dell'Operetta.

Ci siamo esposti in prima persona, abbiamo lavorato, concordato il da farsi e così con questa mia voglio ringraziare in primis la cittadinanza che è venuta al nostro banchetto ad apporre la propria firma, raccontandoci anche esperienze di vita vissuta all'interno di questo meraviglioso mondo, accrescendo in tale maniera anche la nostra personale cultura.

Tanti sono venuti appositamente fuori di casa, o sono andati prima via dal mare per venire a firmare. Qualcuno ci aspettava già sul posto prima dell'orario. Abbiamo avuto riscontri anche da persone non di Trieste, ma di altre città, che venivano a vedere il Festival con i pullman e facevano la fila come noi per il biglietto. Tanti magari avevano la curiosità di saperne un po' di più e noi abbiamo cercato nel nostro piccolo di accontentarli.

Voglio ringraziare Tele Quattro, per avermi ospitato in diretta dandomi la possibilità di spiegare la nostra iniziativa e pubblicizzarla. Grazie ai social network che ci hanno ospitato sulle loro pagine, diffondendo il nostro messaggio che a sua volta è stato condiviso da una miriade di persone, amici, semplici conoscenti, sconosciuti, che però hanno capito.

Grazie al nostro quotidiano "Il Piccolo" che ha mandato una gentile giornalista sabato 11 luglio ad intervistarmi e mi ha ospitato in una delle sue pagine. E un Grazie veramente Grandissimo ai miei "colleghi di banchetto" con i quali ci siamo alternati ma in realtà eravamo tutti lì, grazie a Paolo e Lorena, ad Andrea e Nadia, a mio marito Michele che più di tutti ha "sopportato e supportato" le mie idee che a mano a mano prendevano forma, si modificavano e che mi ha saputo consigliare al meglio per essere anche "eleganti" in questo progetto. Il banchetto verrà riproposto, ci abbiamo ragionato su, ne vale la pena, e prossimamente comunicheremo le date (pensiamo verso metà settembre).

E per coloro che per un qualsiasi motivo non ne erano venuti a conoscenza, non sono riusciti a passare da noi, e volessero sostenerci vi comunichiamo che nei seguenti punti della città sono attive le raccolte firme che poi provvederemo a ritrare personalmente: Bar Tivoli Via XXX Ottobre 18/B - Bar Talù Erta Sant'Anna - Buffet Lily Via Rittmeyer 8 - Libreria Ubik Piazza Verdi. Inoltre abbiamo aperto anche una sottoscrizione on-line al seguente indirizzo: http://www.activism.com/it_IT/petizione/riportiamo-a-casa-il-festival-dell-operetta-un-affascinante-sentimento-in-musica/65784

Grazie, a tutti, di cuore!

Patrizia e Michele Addis Gallinucci

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritorno Festival dell'Operetta, raccolta firme - boom: 1300 in 2 giorni

TriestePrima è in caricamento