menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pizzi e pellicce, la storia di Anna Porro e le sue «Mani di Fata» (FOTO)

Apre in via Canova 20, angolo via Foscolo, la sartoria Mani di Fata di Anna Porro: ecco la sua storia

Apre in via Canova 20, angolo via Foscolo, la sartoria Mani di Fata di Anna Porro. La sua storia è molto bella, ce l'ha raccontata con gli occhi pieni di passione e speranza con la forza che solo una vera professionista può avere in un settore che ormai, data anche la concorrenza, sta calando.

Anna nasce a Roma da padre triestino e madre romana. La passione per la sartoria arriva direttamente dalla madre che di professione faceva la sarta della grande Virna Lisi. A 7 anni quindi, affascinata dall'idea che con le mani poteva dar vita alla stoffa, comincia a cucire i cosidetti "punti lenti". A 15 anni comincia a lavorare, per poi lasciare Roma e trasferirsi a Trieste ed al compimento dei 18 anni apre la sua prima attività in via Molino a vento in cui ha inizio la sua avventura. «Da brava romana mi sono fatta valere. Il negozio l'ho tenuto fino al 2007–ci racconta Anna– poi ho dovuto chiudere per problemi legati a fattori esterni. Nel 2008 ho lavorato per una pellicceria importante. Lavorare pellame di alto valore e pregio è stato difficile ma mi ha formata. Quando ho lasciato il lavoro per aprire questa mia attività per la seconda volta, l'ho fatto con ancora più entusiasmo e forza. Mio padre mi diceva che ero un cavallo selvaggio: ora sono di nuovo sulla mia strada cercando di tenere alto questo settore»

Per quel che riguarda la concorrenza ha dichiarato: «Non temo i cinesi, non li considero nemmeno. So quanto valga il mio lavoro. Diciamo che mi metto nel mezzo anche a livello di prezzo, tra loro e le grandi aziende del settore. Io credo che se avessi un capo di grande valore, sarebbe giusto che venisse trattato con la qualità che merita. Poi questo lavoro è bello anche dal punto di vista affettivo: molte clienti tirano fuori dall'armadio la pelliccia della madre; la rimoderno e loro sono felici. Sono felice anche io.»

Un concetto d'amore e di riuso traspare dalle parole di Anna, che offre servizi di sartoria classica e quella che concerne pellame (pellicce e montoni). Nel caso abbiate voglia di passare, troverete professionalità, amore e cortesia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento