Mercoledì, 22 Settembre 2021
social

Agosto sulle Giulie: quattro meravigliosi itinerari da non perdere per chi ama la natura

Passo degli Scalini, Cima di Terrarossa, Jôf di Sompdogna e Monte Robon: sono queste le quattro escursioni proposte per il mese di agosto grazie al progetto delle guide naturalistiche di Wild Routes. Percorsi che permettono di immergersi nella bellezza del Parco Naturale Prealpi Giulie

Foto d'archivio

Amate le escursioni in montagna e le lunghe passeggiate in natura? Arriva allora l'evento che fa proprio al caso vostro: quattro incantevoli luoghi in cui passare delle belle giornate totalmente immersi nella natura vi aspettano questo mese di agosto grazie ad un evento proposto dalle guide naturalistiche di Wild Routes.

I quattro itinerari da non perdere

Passo degli Scalini, Cima di Terrarossa, Jôf di Sompdogna e Monte Robon: come leggiamo sulla pagina Facebook della Regione, sono queste le quattro escursioni proposte per il mese di agosto, percorsi che permettono di immergersi nella bellezza selvaggia del Parco Naturale Prealpi Giulie e stupirsi camminando circondati da meravigliosi panorami, ammirando le specie animali che abitano quest'area e la splendida flora che vive tra le rocce a dispetto delle avversità atmosferiche.

Il progetto e gli appuntamenti

Il progetto che si articola in quattro diversi appuntamenti e propone a persone mediamente allenate di esplorare i massicci principali che svettano nelle Giulie.  Si parte domenica 8 agosto, alle ore 8.30 dal Passo degli Scalini sul gruppo dello Jôf Fuârt. Dal cippo che commemora le vittime della polveriera di Prat da l’Ors si sale usando la strada forestale fino a malga Grantagar attraversando il suo fresco bosco di faggi. Raggiunta la struttura, sotto la maestosità dello Jôf Fuârt, l'itinerario prosegue verso il Passo degli Scalini dal quale ammirare il panorama sul massiccio del Canin ammirando gli animali d’alta quota che si muovono liberamente e le rarità botaniche alpine.

Si prosegue domenica 15 agosto alle 8.30: si parte dallo spettacolare altopiano del Montasio e, seguendo la comoda mulattiera, si sale fino alla Cima di Terrarossa tra panorami mozzafiato e incontri con gli stambecchi, principi incontrastati di questo mondo di pareti.

Il terzo appuntamento sarà sabato 21 agosto, con partenza alle 9. Si punta dritto allo Jôf di Sompdogna, dove si apre una visione stupenda sulla Val Dogna e sulla maestosa parete nord del Montasio. Sulla cima è posta una grande croce che ricorda i caduti della Grande Guerra e lungo il percorso è possibile scoprire numerose testimonianze del primo conflitto mondiale che hanno sconvolto le genti e la natura di queste vallate: gallerie, trincee in calcestruzzo e resti di ricoveri.

Quarta e ultima data della serie di escursioni alla scoperte delle Alpi Giulie ha come obiettivo il monte Robon. Si parte sabato 28 agosto alle 8.30, dai boschi di Sella Nevea per raggiungere il bianco accecante delle rocce del Canin tra calcari, fossili, stambecchi e altre meraviglie che solo i paesaggi di alta quota sanno regalare. Presenti anche in questo caso lungo il percorso mulattiere e ruderi della Grande Guerra. 

Per maggiori informazioni clicca qui.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agosto sulle Giulie: quattro meravigliosi itinerari da non perdere per chi ama la natura

TriestePrima è in caricamento