Andrà tutto bene: gli arcobaleni delle famiglie appesi a finestre e balconi

Disegnare un grande arcobaleno: un momento creativo, di speranza e unione. Appuntamento sabato 14 marzo con l'iniziativa "Andrà tutto bene" proposta da alcuni genitori e che in questi giorni sta facendo il giro di tutta Italia

I bambini restano a casa, niente scuola, niente parco, tutto per l'emergenza coronavirus. Tra le famiglie però si diffonde una bella iniziativa di speranza e di solidarietà, attraverso i social e i gruppi Whatsapp. "Partecipa anche tu a questa simpatica iniziativa", esordisce il volantino virtuale che, nelle ultime ore, sta raggiungendo tramite smartphone tutti i genitori d'Italia. Ogni famiglia può disegnare un arcobaleno con la scritta "Andrà tutto bene", si legge ancora.

Gli arcobaleni delle famiglie

L'iniziativa consiste nel coinvolgere i bambini nel disegnare su un cartellone o su un lenzuolo un grande arcobaleno, aggiungendo il messaggio di speranza che in questi giorni si sta diffondendo ovunque "Andrà tutto bene". I grandi arcobaleni delle famiglie andranno poi appesi a balconi e finestre sabato 14 marzo per un momento creativo, di speranza e di unione, anche a distanza. "A volte le parole non bastano...e allora ci vogliono i bimbi, i colori e le emozioni...". L'iniziativa ha raggiunto in breve tempo tante famiglie in tutta Italia. Non resta allora che affacciarsi alla finestra questo sabato per ammirare gli arcobaleni dei bambini e delle famiglie, colorati e ricchi di speranza e positività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IMG-20200310-WA0061-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid 19: 45 nuovi contagi in Fvg, 11 a Trieste

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento