menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricette di tradizione e gusto: baccalà alla triestina

Per questo piatto si consiglia l'uso della "qualità" ragno che non è una categoria di pesce distino ma è una classificazione fatta in base alle dimensioni dell'animale

Vi proponiamo un’altra ricetta tipicamente triestina, preparata con un ingrediente dal gusto unico: il bacalà alla triestina.
Non meno gustoso del più noto e amato baccalà mantecato, delizia per il palato degli amanti di questa specialità di pesce, il baccalà alla triestina era un piatto considerato emblema della cucina povera. Adesso non più tale poiché questa varietà di pescato non è più a buon mercato come una volta.

Ingredienti
1 kg di baccalà
Olio
2 spicchi d’aglio
½ cipolla
1 scatolina di acciughe
1 scatola di pomodori pelati
1 bicchiere di vino bianco
4 patate
prezzemolo

Far bollire il baccalà per un quarto d’ora circa. Togliere la pelle e le spine accuratamente, ridurre il baccalà a piccoli pezzetti e porlo in una casseruola. Aggiungere la cipolla, gli spicchi d’aglio l’olio e il prezzemolo e mescolare tutto insieme, versando gradualmente il vino bianco. Aggiungere dunque le acciughe sminuzzate, la salsa di pomodoro e le patate anch’esse tagliate a piccoli pezzi.

Aggiustare di sale e pepe e accendere il fuoco dopo aver ricoperto tutti gli ingredienti con una abbondante quantità di acqua. Fate cuocere con il coperchio a fuoco moderato e aggiungere qualche cucchiaio di acqua se lo stoccafisso dovesse asciugarsi troppo o attaccarsi alla pentola. Cucinare per un’ora almeno e una volta pronto, servire con della polenta come vuole la tradizione.

Non resta che augurare un buon appetito!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento