La grande festa del mare a Trieste: storie e curiosità sulla Barcolana

Trieste, città della Barcolana: una grande festa diventata per i triestini una tradizione indissolubile. In corso la cinquantaduesima edizione, ma andiamo un po' indietro nel tempo e raccontiamo quella che è diventata oggi una regata di fama internazionale

Foto d'archivio

Una regata velica internazionale, nata nel 1969 per iniziativa della Società Velica di Barcola e Grignano, che si tiene ogni anno nel Golfo di Trieste nella seconda domenica di ottobre. Quando si varcano le porte di Trieste, l'insegna d'ingresso recita così: Trieste, città della Barcolana. Una grande festa che per i triestini è diventata una tradizione indissolubile e che lega il cittadino al proprio territorio. Attualmente è in corso la sua cinquantaduesima edizione e per l'occasione vogliamo portavi un po' indietro nel tempo e raccontare quella che, oggi, è diventata, riscuotendo grande successo, una regata di fama internazionale.

Barcolana 52: un'edizione speciale che supera quota 1000 iscritti

Una Barcolana da Guinness

Tornando indietro nel tempo di più di cinquanta anni, alla prima edizione della Barcolana parteciparono 51 imbarcazioni, tutte di circoli velici triestini, ma anno dopo anno questa regata è cresciuta fino a coinvolgere equipaggi internazionali con velisti di caratura mondiale. Potremmo definirla una regata velica storica, nota per essere una delle regate con più partecipanti, tanto che in occasione della 50ª edizione, nel 2018, è entrata ufficialmente nel Guinness dei Primati come "Largest Sailing Race", regata più grande del mondo, grazie alle 2689 imbarcazioni iscritte.

La Barcolana è un evento che coinvolge non solo i velisti ma l'intera città, attraendo turisti anche dall'estero. Ogni anno vi prendono parte circa 25.000 velisti mentre il pubblico arriva ad oltre 300.000 persone, che seguono la regata sia dalle Rive di Trieste che dalle alture del Carso. La particolare conformazione del territorio attorno al Golfo di Trieste permette infatti di osservare la gara da moltissimi punti di osservazione, in quello che è di fatto uno “stadio della vela” naturale.

Barcolana: il percorso

La particolare formula che contraddistingue la Barcolana la rende un evento unico nel panorama velico internazionale: su una singola linea di partenza, infatti, si ritrovano a gareggiare fianco a fianco velisti professionisti e semplici appassionati, su imbarcazioni di varie dimensioni che vengono suddivise in categorie a seconda della lunghezza. La regata si svolge su un percorso di circa 15 miglia, che nel corso degli anni ha subito diverse modifiche. La linea di partenza è fissata tra il Castello di Miramare e la sede della Società Velica di Barcola e Grignano, accostata maggiormente alla riviera di Barcola.

La regata si conclude di fronte alla piazza dell'Unità d'Italia, al largo della diga del Porto Vecchio, consentendo al pubblico di seguire l'arrivo da terra a occhio nudo, da San Giusto, da piazza Unità, da Miramare, lungo la Napoleonica o la Strada del Friuli.

Gli eventi

La Barcolana non si limita alla regata della domenica mattina, ma prevede una serie di eventi che coinvolgono il mare e la città per alcuni giorni precedenti. Tra le diverse regate ed esibizioni collaterali ricordiamo ad esempio Barcolana Young (gara riservata agli atleti dagli 8 ai 15 anni su imbarcazioni di classe Optimist); Barcolana Classic (la regata dedicata alle barche d’epoca, classiche e "spirit of tradition", cioè fedeli alla vela d'epoca); Barcolana by Night (regata riservata alla classe UFO 28 che si svolge in notturna di fronte a Piazza Unità d'Italia); Barcolana FUN (rassegna che ogni anno ospita eventi e mezzi particolari, legati dall'essere fortemente adrenalinici); Barcolana Nuota (gara di nuoto di fondo che si svolge davanti a Piazza Unità d'Italia).

Ma a completare il programma ci sono anche eventi a terra come il villaggio Barcolana, una serie di stand allestiti sulle Rive di Trieste e in Piazza Unità d'Italia, con aree enogastronomiche, spazi riservati agli sponsor, esposizioni di materiali tecnici; e ancora Barcolana Un Mare di Racconti, festival letterario a tema marittimo, inaugurato nel 2019.

Un po' di storia

Nata nel 1969 per iniziativa della Società Velica di Barcola e Grignano, il nome completo dell'evento era "Regata Coppa d'Autunno Barcolana" proprio perché quest'ultimo si tiene nella seconda domenica di ottobre, a conclusione della stagione agonistica. Negli anni più recenti Barcolana ha avuto una crescita significativa non solo dal punto di vista dei partecipanti ma anche da quello dell’internazionalizzazione e dell’impatto economico sul territorio.

La manifestazione ha avuto nel tempo molto successo ed è stata anche presentata in diverse occasioni all’estero, all'Ambasciata d'Italia a Londra, a Monaco di Baviera, all'Ambasciata d'Italia a Tallinn, e nel 2019 ha stretto un accordo di gemellaggio con l’Island Sailing Club, circolo organizzatore della Round The Island, storica regata che si tiene a Cowes, Isola di Wight. Il 16 novembre 2019 una delegazione della Barcolana è stata accolta all’Assemblea Annuale della Federazione Cinese Della Vela dove l’evento è stato presentato ai rappresentanti dei circoli velici cinesi.

Nel 2019 il Professor Guido Guerzoni, docente dell’Università commerciale Luigi Bocconi, ha realizzato uno studio sul ritorno economico che la Barcolana ha per il territorio di Trieste e del Friuli-Venezia Giulia, stimandolo in oltre 95 milioni di euro a edizione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso degli anni sono stati molti gli sportivi di altre discipline e i personaggi famosi a partecipare alla regata, attratti dalla particolarità dell'evento, tra questi Tina Maze, Zvonimir Boban, Kristian Ghedina, Andrea Lo Cicero, Primož Roglič, Ranieri III di Monaco e Massimo D'Alema, Alessandro Benetton e Deborah Compagnoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale davanti al Red Baron: deceduta una ragazza di 22 anni

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • Il ricordo di Sara, vittima della strada a soli 22 anni: "Un'anima pura"

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • Coronavirus: 334 nuovi casi di cui 141 a Trieste, 3 decessi in Fvg

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento