menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto utente Tripadvisor

Foto utente Tripadvisor

Bora? No problem! È tempo di jota: ecco la ricetta

La ricetta della famosa jota triestina, un piatto goloso da consumare nelle giornate fredde

La jota è una minestra triestina a base di crauti (crauti garbi) e fagioli ed è un piatto che fa parte della tradizione della nostra città. Oltre al territorio triestino, è molto diffuso anche nel Litorale sloveno, particolarmente sul Carso, nella Valle del Vipacco, sul Collio e nella zona di Tolmino e Caporetto.


500 g di crauti acidi (preferibilmente sfusi)
200g di fagioli
4 patate
2 foglie di alloro
200 gr di pancetta
4 spicchi di aglio
1 cipollina
100 gr di lardo
sale
pepe
olio
3 cucchiai di farina

Preparazione:
La sera prima mettete a bagno i fagioli. Scolateli, lavateli e fateli lessare in 2 litri d’acqua con le foglie d’alloro e 100 g di pancetta per circa un'ora. Tagliate le patate a pezzetti, aggiungetele al brodo ed ai fagioli e lasciate cuocere per 20 minuti.
In una pentola fate scaldare l’olio e fate rosolare 2 spicchi di aglio, aggiungete il resto della pancetta , un cucchiaio di farina e i crauti lavati e scolati. Fate insaporire per pochi minuti.


In un piccolo pentolino a parte fate soffriggere lentamente in olio d’oliva il lardo e la cipollina. Stemperatevi la farina rimasta e mescolate attentamente per evitare grumi. Passate al setaccio fagioli e patate e rimetteteli nella loro acqua di cottura. Nella stesso tegame, aggiungete il soffritto ed i crauti preparati precedentemente. 
 Regolate di sale e pepe, spegnete il fuoco ed il piatto è pronto!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento