menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Trieste in un giorno di Bora - Foto Giovanni Aiello

Trieste in un giorno di Bora - Foto Giovanni Aiello

'Bora vs Scirocco': natura protagonista nella mostra aperta oggi nella sala U. Veruda

Aperta dalle 10 di questa mattina, la capienza massima della sala espositiva è di sette persone, sarà possibile andare fino al 12 marzo 2021, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19

Oggi, lunedì 1 marzo, è aperta al pubblico la mostra di Giulia Crimaldi "Bora vs Scirocco", un'interessante e particolare presentazione artistica allestita nella sala U. Veruda fino al 12 marzo 2021, realizzata in collaborazione con il Comune di Trieste.

La mostra

Aperta dalle 10 di questa mattina, la capienza massima della sala espositiva è di sette persone, sarà possibile andare fino al 12 marzo 2021, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Ed ecco dove risiede la particolarità dell'esposizione: nella mostra "Bora vs Scirocco", Giulia presenta una cinquantina di opere che racchiudono non solo i luoghi dove vive e che ama, ma soprattutto le sue due anime. Quella più riservata che racchiude in alcuni splendidi dipinti di antiche e storiche botteghe e quella solare e vivace delle sue origini siciliane, liberata nei colori e nell'opulenza di alcuni oggetti.

"Il percorso che ha scelto non è dei più facili, anzi. La scelta del figurativo e della natura morta in particolare, la mette continuamente alla prova sia con se stessa che con la realtà. Osserva gli oggetti, interviene su di essi e modifica dei dettagli nel tentativo di stupire e di stupirsi. Per questo mette in posa la natura: dipinge fiori, frutta, pesci, libri, ritratti, ambienti, senza alcun ordine gerarchico, ne cattura particolari e dettagli, anche quelli che normalmente non notiamo, rendendoli visibili.

Il suo è un lavoro paziente e solitario concentrato sull'arte di dipingere. La cura del dettaglio e della composizione, la naturalezza della pennellata sottolineano la padronanza della tecnica pittorica, che è sicuramente un dono, ma anche tanto studio, ricerca e lavoro".

Fonte Comune di Trieste

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Via libera alle visite agli ospiti delle Rsa: ecco le regole

  • Cronaca

    Covid: in Fvg 90 nuovi casi, nessun decesso a Trieste

  • Cronaca

    Incendio in via Belpoggio: evacuato lo stabile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento