rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Fino all'8 ottobre / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Largo Papa Giovanni XXIII, 1

Al Sartorio una mostra a ingresso gratuito per chi ama la botanica

La mostra resterà aperta fino all'8 ottobre 2023, da giovedì a domenica, dalle 10.00 alle 17.00 con ingresso gratuito

Al Civico Museo Sartorio di largo Papa Giovanni XXIII, 1 a Trieste è stata presentata e inaugurata venerdì 7 aprile la mostra “Botannica Tirannica”, dell’artista e docente brasiliana Giselle Beiguelman, curata e realizzata dalla Cooperativa Sociale Agricola Monte San Pantaleone. All’ apertura dell’interessante esposizione, che utilizzando l’intelligenza artificiale indaga il rapporto tra botanica classica e scienza egemonica, sono intervenuti tra gli altri l’assessore comunale alla Cultura e Turismo Giorgio Rossi, il responsabile dei Musei Storici e Artistici Stefano Bianchi, Giancarlo Carena della Cooperativa Sociale Agricola Monte San Pantaleone Carena, il curatore dell’allestimento Gabriele Pitacco, Judith Moura de Oliveira, console onorario del Basile a Trieste, Andreina Contessa, direttrice del Castello di Miramare e Gian Carlo Damir Murkovic presidente della Comunità Croata di Trieste.

Nell’inaugurare la mostra, che apre una serie di appuntamenti previsti con la bella stagione negli spazi del Museo Sartorio, l’assessore alla Cultura e Turismo Giorgio Rossi ha tra l’altro evidenziato “l’importanza di dare continuità all’attività espositiva in queste sale museali” e lo stretto legame con la Cooperativa Sociale Monte San Pantaleone. “Il verde è bello, dà significato, trasforma, migliora e valorizza la città - ha aggiunto Rossi - e fra un po' di tempo anche il giardino del Sartorio risorgerà a vita nuova. I nostri musei vivono quando si contaminano con altre realtà, come ad esempio con mostre e concerti e con quella partecipazione che consente di far conoscere e apprezzare la bellezza artistica e storia di Trieste”.

L’assessore Rossi ha confermato anche che, nel primo trimestre di quest’anno, l’afflusso turistico a Trieste è stato superiore del 50 per cento a quello del 2022 e comunque superiori anche a quelli dello stesso periodo del 2019. Sono risultati importanti e frutto del lavoro di tutta la nostra città.

La mostra

“Botannica Tirranica” è una mostra che spazia tra diversi media per indagare il rapporto tra la scienza egemonica, la botanica classica e l'immaginario colonialista storicamente presente nelle forme di dominio della natura. Utilizzando l'intelligenza artificiale per incrociare e abbinare varie specie con nomi dispregiativi, le immagini danno forma a quella che può essere letta come una genealogia scientifica del pregiudizio.

In un giardino post-naturale nascono ibridi, piante che sono contemporaneamente possibili ed inventate, vere e false, annullando l'impeto tassonomico attraverso corpi non conformi e nomenclature impronunciabili. Contro le forze tassonomiche, i binarismi imposti e le identità fisse, “Botannica Tirranica” fa rivivere le peregrinazioni e le tradizioni del nomadismo per riconoscere le piante, in particolare le “erbacce”, come forme di vita resistenti e resilienti, creature ora piantate in giardini reali e digitali. “Botannica Tirranica” è stata commissionata nel 2022 dal Museo Ebraico di San Paolo in Brasile ed è stata presentata nello stesso anno alla 3a Biennale di Karachi in Pakistan.

La mostra resterà aperta fino all'8 ottobre 2023, da giovedì a domenica, dalle 10.00 alle 17.00 con ingresso gratuito. Per info: Civico Museo Sartorio, largo papa Giovanni XXIII, 1 , tel + 39 040 675 9321 cmsa@comune.trieste.it, www.museosartoriotrieste.it, www.triestecultura.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Sartorio una mostra a ingresso gratuito per chi ama la botanica

TriestePrima è in caricamento