menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Monte Lussari. Foto di Fabrice Gallina

Monte Lussari. Foto di Fabrice Gallina

Cammino Celeste: l'affascinante itinerario che collega Italia, Austria e Slovenia

Il Cammino Celeste è un percorso ideale per chi ama fare lunghe escursioni all'insegna di natura, cultura e storia, un itinerario affascinante che permette all’escursionista di ammirare l’incantevole paesaggio del Friuli Venezia Giulia in tutte le sue trasformazioni, dal mare fino alle montagne

Il Cammino Celeste è un percorso lungo circa 365 chilometri che unisce Aquileia, sede di un glorioso patriarcato dalla storia millenaria, al Monte Lussari, nel cuore delle Alpi Giulie, sulla cui cima è stato edificato un Santuario Mariano. Si percorre orientativamente in dieci giorni, soprattutto su strade sterrate, viottoli di campagna e sentieri di montagna. Quando sarà possibile spostarsi, può essere preso in considerazione come percorso ideale per chi ama fare lunghe escursioni all'insegna di natura, cultura e storia, un itinerario affascinante che permette all’escursionista di ammirare l’incantevole paesaggio del Friuli Venezia Giulia in tutte le sue trasformazioni, dal mare fino alle montagne.

Il percorso e le informazioni utili

Partendo da Aquileia in 10 tappe si raggiunge la meta del Santuario del Monte Lussari ai confini con l’Austria e la Slovenia. Il percorso è infatti costituito da tre rami, quello italiano, quello sloveno e quello austriaco. Il ramo italiano del Cammino Celeste si caratterizza per un suo percorso su un territorio variegato, il cammino inizia dal mare, attraversa la pianura orientale friulana, le colline del Collio, i boschi montani per giungere alle alte cime delle Alpi Giulie dopo 220 km di cammino.

Per conoscere l'intero percorso è possibile consultare il sito www.camminoceleste.eu dove sono contenute tutte le informazioni necessarie per il ristoro, il pernottamento nelle strutture convenzionate e molte altre informazioni di luoghi storici, architettonici e naturalistici che si possono visitare o ammirare lungo il cammino. L'itinerario è praticabile dal mese di giugno fino al mese di settembre. Negli altri mesi sono praticabili solo le prime tappe a causa della presenza di neve su oltre la metà del tracciato.

Il Cammino Celeste: curiosità e storia

Una rete di percorsi di pellegrinaggio che collega i luoghi di culto di Aquileia in Italia, Maria Saal in Austria e di Brezje in Slovenia con il Santuario di Monte Lussari, situato nelle Alpi Giulie nel comune di Tarvisio. Il cammino è stato ufficializzato come itinerario di pellegrinaggio internazionale nell'estate del 2006 e il suo nome deriva dall'unione dei numerosi luoghi di antica devozione mariana attraversati.

I tre percorsi si snodano su un totale di 365 chilometri e si intrecciano a Camporosso, per concludere con la salita che li porta sino al Monte Lussari, ad oltre 1760 metri di altitudine. Il ramo italiano del Cammino Celeste è lungo 210 chilometri e ha punto di partenza Aquileia, con possibilità di prologo dall'isola di Barbana, sede di un santuario mariano e situata nel comune di Grado.

Dalla basilica di Aquileia, sede dell'antico patriarcato, si passa attraverso numerosi edifici di carattere religioso, tra cui il santuario della Rosa Mistica di Cormons, l'abbazia di Rosazzo, il santuario della Beata Vergine a Castelmonte e infine il santuario della Madonna del Monte Lussari. Durante il percorso sono quattro i monumenti dedicati ai pellegrini del Cammino Celeste: uno situato presso l'isola di Barbana, uno a Castelmonte e gli ultimi due condivisi con i percorsi austriaci e sloveni, a Camporosso e sul Monte Lussari.

Il ramo austriaco del Cammino Celeste è lungo 80 chilometri e passa per le chiese di Maria Saal, Sankt Egyden, Sankt Leonhard, Camporosso e Santuario di Monte Lussari. Il ramo sloveno parte dalla chiesa di Brezje, elevata al rango di basilica nel 1988 da Giovanni Paolo II e raggiunge il Monte Lussari dopo un tragitto di 80 chilometri.

L'iniziativa

Il Cammino Celeste è un itinerario nato per iniziativa di un gruppo di persone appartenenti a diverse associazioni, pellegrini friulani e sloveni che si mettono fisicamente in cammino per raggiungere una meta spirituale. Essi hanno pensato ad un percorso internazionale che potesse convergere pellegrini di diverse nazioni in un luogo molto particolare. Come già accennato, il percorso italiano, da Aquileia, si svolge attraversando Cormons, Castelmonte, Cividale, il Gran Monte e le valli di Resia e di Dogna; quello sloveno, da Brezje attraverso Jesenice, Kranjska Gora, Rate?e, Fusine e Tarvisio; il terzo, quello austriaco, da Maria Saal, attraversando Klagenfurt, Maria Worth, Maria Gail, Arnoldstein, Coccau e Tarvisio.

Attualmente è disponibile una guida del Cammino Celeste, dal titolo "Il Cammino Celeste - A piedi da Aquileia al Monte Lussari", casa editrice "Ediciclo" di Portoguaro. La guida è composto da 178 pagine, 120 immagini a colori, 25 cartine della tabacco in scala 1:25.000 con il percorso dettagliato e tanti testi descrittivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento