rotate-mobile
Da provare

Capesante alla triestina: la ricetta originale

Ecco come preparare delle ottime capesante alla triestina, ideali sempre e soprattutto durante la stagione estiva per un ottimo antipasto. Ecco la ricetta

Oggi vi proponiamo una ricetta di mare tradizionale della nostra città dal sito granconsigliodellaforchetta.it: ecco come preparare delle ottime capesante alla triestina, ideali sempre e sopratutto durante la stagione estiva per un ottimo antipasto. Ecco il procedimento.

I dieci migliori ristoranti di pesce a Trieste

Ingredienti

Per quattro persone:

  • 4 capesante;
  • mezza cipolla;
  • 1 mazzetto di prezzemolo;
  • burro q.b.
  • pangrattato q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

Prendete le capesante e lavatele con cura raschiando il guscio. Scottatele velocemente in acqua bollente e apritele. Una volta aperta la capasanta, è necessario eliminare il sacchetto sabbioso e la parte piatta della conchiglia. Estraete la noce del mollusco (parte bianca), tritatela a piccoli pezzi, mentre lasciate intatto il corallo (parte rossa).

In un piccolo contenitore, mettete una grossa noce di burro, la mezza cipolla ed il prezzemolo tritati molto finemente. Impastate tutto per bene per formare una sorta di cremina. Poi aggiungete le capesante tritate e il sale, mescolando il tutto per bene.

Prendete poi il guscio delle capesante che avete utilizzato, pulitelo bene al loro interno e per prima cosa aggiungete per ognuna di esse il corallo (la parte rossa che avevate rimosso) e aiutandovi con un cucchiaio versate all’interno l’impasto di capesante.

In una teglia di forno, disponete le capesante una accanto all’altra e con il pangrattato spolveratele in modo da ricoprire la parte interna. Riscaldate il forno a 200°C e mettete la teglia con le capesante a gratinare per 5 minuti. Servite le capesante appena sfornate. Potete guarnire con limone e prezzemolo a vostro piacimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capesante alla triestina: la ricetta originale

TriestePrima è in caricamento