menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Chiuso il buco dell'ozono in Antartide, uno tra i più profondi della storia

Monitorato per ben 40 anni, gli esperti dell'Omm (World Meteorological Organization) hanno recentemente dichiarato che si è "finalmente chiuso" il buco dell'ozono in Antartide. Secondo gli scienziati "è stato tra i più profondi e duraturi"

Monitorato per ben 40 anni, gli esperti dell'Omm (World Meteorological Organization - Organizzazione meteorologica mondiale) hanno dichiarato che si è "finalmente chiuso" il buco dell'ozono in Antartide. Secondo gli scienziati "è stato tra i più profondi e duraturi".

Come leggiamo su SkyTg24 (tg24.sky.it), "il buco era cresciuto rapidamente da metà agosto scorso, arrivando a misurare circa 24,8 milioni di chilometri quadrati. Gran parte del continente antartico ne era interessato. A provocarlo è stato un vortice polare forte, stabile e freddo, oltre a temperature molto rigide nella stratosfera. Gli stessi fattori si sono ripresentati nel 2020, contribuendo a provocare l'estensione record dell'anno scorso". Ed è stato alla fine del mese di dicembre che il buco si è chiuso "dopo una stagione eccezionale a causa delle condizioni meteorologiche naturali e della continua presenza di sostanze che riducono lo strato di ozono nell'atmosfera".

Adesso, obiettivo dell'Omm (e non solo) - come dichiarato da Oksana Tarasova, capo della divisione di ricerca sull’ambiente atmosferico - è quello di applicare il protocollo di Montréal che vieta le emissioni di sostanze chimiche che riducono lo strato di ozono.

Il protocollo di Montréal

Il protocollo di Montréal è un trattato internazionale volto a ridurre la produzione e l'uso di quelle sostanze che minacciano lo strato di ozono, in particolare i gas CFC o clorofluorocarburi. Firmato il 16 settembre 1987, entrato in vigore il 1º gennaio 1989, il protocollo è stato sottoposto alle revisioni del 1990 (Londra), 1992 (Copenaghen), 1995 (Vienna), 1997 (Montréal) e 1999 (Pechino). La Conferenza delle Parti si riunisce ogni anno in uno dei paesi aderenti per valutare la validità e l'efficacia del Protocollo stesso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Cucina tipica: la ricetta della minestra de bisi spacai

social

Cucina di mare: la ricetta delle canocie in busara

social

Festa della Donna: le idee regalo per sorprendere chi ami

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Addio a don Lorenzo Boscarol, diocesi isontina in lutto

  • Cronaca

    Covid in Fvg: 661 nuovi casi, scende il tasso di positività

  • Cronaca

    Scuola, genitori in piazza contro la Dad: "È emergenza sociale"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento