Venerdì, 17 Settembre 2021
social

Dalla Francia all'Istria in bici: il suggestivo percorso della ciclovia Aida

La ciclovia Aida è caratterizzata da un lungo e suggestivo percorso che prevede ben dieci tappe di interesse naturalistico, storico e culturale: 900 km da Moncenisio a Trieste, un lungo viaggio dalla Francia all'Istria per scoprire le peculiarità del territorio

Foto d'archivio

La ciclovia Aida è un lungo percorso che incentiva la mobilità sostenibile, vi accompagnerà per 900 km da Moncenisio a Trieste: un lungo viaggio dalla Francia all’Istria per scoprire le caratteristiche e le particolarità del territorio dell'alta Italia.

Si tratta di un progetto FIAB Onlus (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta), inserito nella rete Bicitalia, per collegare le città del nord come Torino, Milano, Verona, Venezia e la nostra Trieste con l'obiettivo di unire i tracciati esistenti, soddisfare la domanda ciclo-turistica e la domanda di mobilità locale, attraversando città densamente popolate e ampliare la rete ciclabile nazionale, collegando così anche i beni Unesco.

Il Team Aida è costituito da volontari di FIAB Onlus. FIAB é un’associazione nazionale non-profit e la sua missione è trasformare l’Italia in un Paese ciclabile. FIAB è membro di ECF (European Cyclist Federation), ed è partner del  Ministero dei Trasporti Italiano grazie al suo progetto Bicitalia.

Il percorso

La ciclovia Aida è caratterizzata da un lungo e suggestivo percorso che prevede ben dieci tappe di interesse naturalistico, storico e culturale. Si parte dal confine tra Francia e Italia scendendo per la Val di Susa, nel dettaglio dal comune di Moncenisio alla città di Torino. La terza tappa è Novara e proprio da lì ci si dirige verso la Lombardia, scoprendo alcune delle principali città della regione, quindi Milano e Brescia.

Uscendo da Brescia ci si avvicina al Garda, uno dei panorami più belli d’Italia fino ad arrivare in Veneto dove la ciclovia percorre il territorio di Verona. Seguendo l’Adige verso sud, andando poi a nord, sarà possibile seguire la Ciclopista del Sole, fino al Brennero. Si arriverà a Vicenza e dopo a Padova.

Da quest'ultima ci si dirige verso est. Raggiungendo Mestre, si procede a nord fino al Sile, e qui raggiungeremo Treviso. Dopo poco si entrerà in Friuli Venezia Giulia: seguendo il fiume Livenza fino all’ingresso a Pordenone.

Si raggiunge Casarsa della Delizia, si oltrepassa il Tagliamento, fino a Codroipo: qui incontreremo Villa Manin, famosa per il trattato di  Campo Formio firmato da Napoleone. A questo punto ci si avvicina a Udine.

Infine, lasciando Udine si va in direzione sud. Dopo Manzano, si oltrepassa l’Isonzo con sosta d’obbligo al Sacrario di Redipuglia. Dopo l’aeroporto di Ronchi dei Legionari, si inizieranno a intravedere all’orizzonte le splendide montagne del Carso. Raggiungiamo il mare nei pressi di Monfalcone, ed entriamo a Trieste sulla panoramica strada costiera. Il percorso termina al Molo Audace.

Come organizzarsi?

Se siete degli appassionati e volete saperne di più, il sito aidainbici.it, da cui abbiamo tratto le informazioni, mette a disposizione un file GPX completo e aggiornato con tutte le precisazioni del caso: km, altimetrie, intersezioni. Inoltre, disponibile sia su iOS che Android, potete scaricare l'app ufficiale Aida per potervi orientare al meglio sul percorso (cosa vedere, dove dormire, mappa). 

Per maggiori informazioni vai alla fonte: clicca qui.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Francia all'Istria in bici: il suggestivo percorso della ciclovia Aida

TriestePrima è in caricamento