rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Curiosità

Tutto quello che forse non sai sul caffè

Quando si parla di “caffè”, nell’immaginario popolare si pensa subito a dei chicchi tostati di color marrone. Ma siete sicuri di sapere tutto su questa magica bevanda amata in tutto il mondo?

Quando si parla di “caffè”, nell’immaginario popolare si pensa subito a dei chicchi tostati, di color marrone, di forma più o meno semisferica, solcati da una linea nel suo lato piatto. Ma da dove arrivano i chicchi di caffè?

Dalla pianta alla miscela

I chicchi di caffè sono i semi di una pianta presente in natura in varie tipologie. Dal punto di vista botanico, la pianta di caffè è un arbusto sempreverde, appartenente alla famiglia delle Rubiacee e al genere Coffea. Le specie sono decine e decine ma le due usualmente commercializzate per dare origine ai chicchi che finiscono poi nelle nostre tazze sono l’Arabica e la Canephora, volgarmente definita “Robusta” proprio perché è più resistente.

Le condizioni climatiche che rendono possibile la crescita delle piante di caffè sono quelle specifiche della fascia tropico-equatoriale, dove la maggior parte dei Paesi la coltiva. Gli arbusti necessitano climi miti, che vanno dai 15 ai 30 °C, con piogge costanti. Grande nemico della pianta di Coffea è il gelo, mentre il nutrimento migliore arriva da terreni ricchi di sali minerali, come le foreste tropicali o i suoli vulcanici. 

I frutti rossi della pianta di caffè - simili a una ciliegia - si chiamano drupe e sono preceduti da splendidi fiori dal profumo che ricorda il gelsomino. Per alcune varietà possono essere anche di colore giallo vivo anziché rosso. Compaiono dopo circa due anni di vita della pianta anche se, per la piena maturazione produttiva, devono passare dai 3 ai 5 anni, mentre l’intero ciclo produttivo può durare dai 15 ai 30 anni. 

Le foglie di caffè sono ovali e i fiori di colore bianco sono ordinati a grappolo. All’interno dei frutti troviamo due semi, avvolti e protetti in due membrane: una sottile, detta pellicola argentea, e una più spessa e dura, denominata pergamino. Una curiosità: sulla pianta di caffè si possono trovare nello stesso momento sia i fiori, sia i frutti in diversi stadi di maturazione, perché questa è legata alla frequenza delle precipitazioni che provocano fioriture multiple.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto quello che forse non sai sul caffè

TriestePrima è in caricamento