Venerdì, 12 Luglio 2024
La classifica

Pizza quanto mi costi: Trieste tra le città meno care? La classifica

Altronconsumo, grazie a dati Istat forniti al Ministero delle imprese e del Made in Italy, ha analizzato quanto costa al consumatore andare in pizzeria. Ecco quanto costa andare a mangiare una pizza a Trieste e la media per fasce di prezzo delle altre città italiane

Italiani e pizza, il binomio perfetto. La pizza per noi italiani resta sempre una delle passioni alla quale non è impossibile rinunciare. Ma quanto questa passione impatta sul portafogli? Altronconsumo, grazie a dati Istat forniti al Ministero delle imprese e del Made in Italy, ha analizzato quanto costa al consumatore andare in pizzeria a mangiare una pizza. Dai dati è emerso che oggi - come tutti ci siamo ormai accorti, data l'inflazione - questa pietanza simbolo del made in Italy costa più dell'anno scorso o di due anni fa. Inoltre, quanto si spende in pizzeria dipende dal tipo di esercizio e dalla località, ma anche dalla qualità dei prodotti offerti alla clientela.

I dati si riferiscono ad una consumazione fatta in pizzeria che comprende il prezzo della pizza più venduta nell’esercizio commerciale analizzato, insieme al prezzo della bevanda più consumata; a questo si aggiunge il coperto e il servizio. Ecco dunque la classifica delle città italiane, dalla più cara alla meno cara. Anche Trieste rientra nel ranking.

I dati

I dati sono riferiti a gennaio 2023 (solo per la città di Pescara i prezzi si riferiscono a dicembre 2022), è possibile stilare una classifica delle città italiane in base al costo di un pasto in pizzeria. La città dove in media mangiare una pizza in pizzeria risulta più costoso è Macerata. Specifichiamo che si tratta di un costo medio, perché ci sono città, soprattutto quelle del Nord (ad esempio Milano) o quelle più a vocazione turistica (come Venezia e Firenze), in cui si può arrivare a spendere anche quasi 20 euro per un pasto in pizzeria; ma allo stesso tempo ci sono anche in pizzerie in cui bastano dai 7,50 (come la stessa Milano) ai 10 euro (come a Venezia) per una pizza e una bevanda. Più in generale la città dove c'è la maggior differenza tra la spesa minima e quella massima per un pasto in pizzeria è Milano (da 7,50 a 19,50 euro), seguita da Firenze (da 9 a 18 euro), Cagliari (da 7,20 a 16 euro) e Venezia (da 10 a 18,50 euro).

La città più economica è invece Pescara in cui non si spende mai più di 10 euro. Tra le città dove si spende meno troviamo cinque città del Sud. Un po' più cara la capitale Roma, dove però si possono trovare pizzerie che offrono il pasto a 8 euro e altre dove si può arrivare a spendere fino 12,50 euro. Al 12° posto, solo ad una posizione prima di Roma, troviamo la nostra Trieste in cui per una pizza, secondo i dati, si può arrivare a spendere da un minimo di 8,50 ad un massimo di 12,50 euro, per una media di poco più di 10 euro.

La classifica

Di seguito la classifica delle 18 città italiane prese in considerazione, dalla più alla meno cara. Il valore risultato è la media del costo più alto e di quello più basso tra le proposte che è possibile trovare nella città di riferimento.

  1. Macerata - 13,43 euro.
  2. Venezia - 12,76 euro.
  3. Milano - 12,53 euro.
  4. Bolzano - 12,32 euro.
  5. Firenze - 11,70 euro.
  6. Bologna - 11,28 euro.
  7. Siracusa - 11,15 euro.
  8. Perugia - 10,58 euro.
  9. Aosta - 10,51 euro.
  10. Torino - 10,49 euro.
  11. Genova - 10,31 euro.
  12. Trieste - 10,18 euro.
  13. Roma - 10,10 euro.
  14. Cagliari - 9,97 euro.
  15. Bari - 9,75 euro.
  16. Catanzaro - 9,71 euro.
  17. Napoli - 9,20 euro.
  18. Pescara - 8,84 euro.

Fonte Altroconsumo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizza quanto mi costi: Trieste tra le città meno care? La classifica
TriestePrima è in caricamento