menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presnitz, il dolce realizzato in onore di Sissi

Immancabile sulle tavole imbandite in occasione delle Feste, il presnitz è un dolce a base di pasta sfoglia ripieno di uvetta, cioccolata e frutta secca. Si trova facilmente in tutte le pasticcerie di Trieste in qualsiasi mese dell'anno

Un altro dolce tipico che oggi vi vogliamo presentare è il Presnitz. Si dice che la sua origine sia veramente triestina e che gran parte delle famiglie del luogo usino tramandarsi la ricetta di generazione in generazione, motivo per il quale esistono varie interpretazioni personali di questo prodotto dolciario. Le differenze sono minime nel gusto poichè le minime variazioni caratterizzano leggermente lo spessore dell'impasto esterno e l'omogeneità dell'interno. 
Il nome deriva da Preis Prinzessin, termine austriaco che fu dato al dolce quando vinse una competizione indetta tra i pasticceri di Trieste in occasione dell'arrivo dell'imperatrice Elisabetta d'Asburgo al Castello di Miramare. Negli anni a seguire il nome fu storpiato dai triestini fino ad arrivare all'odierno presnitz. 

Ingredienti

per la pasta:
250 gr di burro
250 gr di farina
4 cucchiai di latte
1 uovo
succo di un limone
sale
per il ripieno:
100 gr di pinoli
100 gr di uvetta
50 gr di pistacchi tagliati
30 gr di cioccolato fondente
2 cucchiai di rum
1 cucchiaio di miele
1 fico secco
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di cannella
1 tuorlo d’uovo per spennellare

Per la preparazione della sfoglia, mescolare i 250 grammi di burro e 125 grammi di farina e lasciar riposare tutta la notte. Poi, mescolare i restanti 125 gr di farina con i 4 cucchiai di latte, il succo di limone, un uovo, un pizzico di sale e lasciar riposare ancora un'oretta circa. Unire dunque i due preparati e quando bene amalgamati procedere con la stesura dell'impasto su un canovaccio infarinato aiutandosi con un matterello. Tirare la pasta fino a quando non sarà sottilissima. In un recipiente unire gli ingredienti per l'interno e quando pronto spargere il composto sulla pasta stesa. Arrotolare come fosse uno strudel e spalamre l'esterno con il tuorlo d'uovo sbattuto. Adagiare su una teglia e infornare per un'ora circa a 150 gradi.

Non resta che augurare buon appetito!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento