Giovedì, 28 Ottobre 2021
social

Gli eventi astronomici della prima metà di maggio

Il cielo di maggio ci regalerà diversi spettacoli astronomici a partire dal primo sciame meteorico, quello delle Eta Aquaridi. Interessanti anche le congiunzioni attese già da questa notte. Ecco gli eventi da non perdere

Inizia un nuovo mese e rinnoviamo il nostro appuntamento con i principali eventi astronomici attesi e da non perdere in questa prima metà del mese. Il cielo di maggio ci regalerà diversi spettacoli a partire dal primo sciame meteorico, quello delle Eta Aquaridi, lascito della cometa di Halley.

Sciami meteorici

Si tratterà di uno sciame relativamente forte, ma difficile da osservare, con uno ZHR compreso tra le 50 e le 60 meteore. Il periodo di attività delle Eta Aquaridi è compreso tra il 19 aprile e il 28 maggio, con il picco previsto attorno al 6 maggio. Il momento migliore per l’osservazione delle Eta Aquaridi è situato nelle ore precedenti all’alba. Un altro sciame meteorico presente nel cielo sarà quello delle Eta Liridi, forse meno spettacolare delle compagne Eta Aquaridi. Le metore sono originate dalle polveri della Cometa C/1983 H1 IRAS-Araki-Alcock e raggiungeranno il picco verso il 10 maggio.

Le congiunzioni

Adesso è il turno delle congiunzioni. Durante questa prima metà del mese potremo osservare quella tra Giove e Saturno che risulteranno visibili in tarda nottata. Esattamente tra il 4 e il 5 maggio potremmo osservare la Terra e i due pianeti danzare insieme nella notte. La Luna sarà in congiunzione con Saturno il 4 e con Giove il 5 maggio. Mercurio, in compagnia di Venere dopo il tramonto, si troverà in congiunzione con la Luna il 13 maggio, esattamente la sera, prima del tramonto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli eventi astronomici della prima metà di maggio

TriestePrima è in caricamento