Domenica, 14 Luglio 2024
Gli appuntamenti

Equinozio d'autunno e pianeti visibili: gli eventi astronomici di settembre 2023

Tutti con gli occhi al cielo: ecco i principali eventi astronomici da non perdere segnalati da meteo.it

Tutti con gli occhi al cielo: forse un po' meno di agosto, ma anche il mese di settembre sarà ricco di eventi da non perdere per gli amanti di astronomia. Di seguito tutti gli appuntamenti principali segnalati da meteo.it.

Nettuno visibile

Il 19 settembre Nettuno, l'ottavo e più lontano pianeta del Sistema solare, quarto più grande, si avvicinerà così tanto alla Terra da essere illuminato dal Sole. Un'occasione davvero unica per cercare di avvistarlo con i telescopi anche se, la sua enorme distanza dalla Terra, lo farà apparire come un piccolo punto blu.

L'equinozio di autunno

Il 23 settembre arriva invece l'equinozio d'autunno, il giorno in cui nell'emisfero settentrionale finisce l'estate e le ore di luce e di buio sono le stesse. In realtà, già oggi, venerdì 1 settembre, inizia l'autunno meteorologico, da non confondere con quello astronomico del 23 settembre. Qual è la differenza tra i due eventi?

Quali differenze?

La data di inizio dell'autunno meteorologico cade sempre il 1° settembre. Si tratta quindi di una data fissa, al contrario di quanto avviene per la stagione astronomica che può variare ogni anno e prende ufficialmente il via con l'equinozio d'autunno. Ma perché questa differenza? Le stagioni astronomiche sono scandite da eventi astronomici, ossia dagli equinozi e dai solstizi. Quelle meteorologiche invece dividono l’anno basandosi sulle condizioni climatiche e vengono scandite dai trimestri solari.

L'equinozio d'autunno

L’equinozio d’autunno, come il solstizio d'estate o l'equinozio di primavera, è un evento mobile, di conseguenza ogni anno cade in un giorno diverso, ma sempre tra il 22 e il 23 settembre. Il significato è legato alla radice latina della parola "equinozio", che nasce dall'unione dei termini "notte" e "uguale". Questo significa che le ore di luce e quelle di buio sono equivalenti. Questo accade perché, in occasione dell’equinozio (sia autunnale che primaverile) i raggi solari sono perpendicolari all'asse terrestre e di conseguenza le ore diurne coincidono con quelle notturne.

L'Equinozio segna, quindi, il passaggio delle stagioni e rappresenta il movimento ciclico dell'Universo, il concetto di ritorno. Sia in primavera che in autunno questo periodo è associato a particolari ricorrenze e miti.

I miti

Nell’antica Grecia è unito alla leggenda delle divinità Ade, dio dell’ombra e della morte, Demetra e Persefone. Quest'ultima era la bellissima figlia di Demetra, rapita da Ade in cerca di una sposa. Demetra fece di tutto per salvare sua figlia Persefone da una vita nell'Ombra, ma non vi riuscì perché questa mangiò i frutti che le vennero offerti, in particolare alcuni chicchi di melograno, legandosi per sempre al regno dei morti. Secondo la leggenda Persefone, trascorre sei mesi (quelli autunnali e invernali) nel regno dei morti e i rimanenti sulla Terra dove aiuta la madre Demetra a far sbocciare la primavera e a far rinascere la natura.
Secondo alcuni antichi miti celti, invece, l’equinozio d’autunno è la festa dell'oscurità che divide gli innamorati e le madri dalle figlie. 

In realtà l'equinozio d'autunno è il giorno dell'equilibrio, perché le ore diurne e notturne sono uguali. In passato questo momento aveva un doppio scopo: occuparsi dei raccolti più importanti, ma anche decidere ciò che era necessario per l'inverno. Tutta una questione di equilibri, uno spazio dove è possibile rimettere in ordine le cose e ritrovare l'armonia nella nostra vita. Insomma, l'autunno è la stagione in cui inizia il buio e il freddo, ma in realtà è un momento di grande progettualità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Equinozio d'autunno e pianeti visibili: gli eventi astronomici di settembre 2023
TriestePrima è in caricamento