Giovedì, 18 Luglio 2024
Da non perdere / Duino-Aurisina

Festa Alpina per l'Emilia Romagna, l'evento benefico a Duino Aurisina

Il 7 e 8 luglio a Sistiana mostre, piantumazione dell'ulivo, visita guidata al Mitreo, concerti, presentazione di libri, testimonianze sui 100 anni delle Sezioni Ana di Trieste e Gorizia. Allestito lo Stand della Solidarietà per l'Emilia Romagna con prodotti tipici di aziende colpite dall'alluvione

Il 7 e 8 luglio a Sistiana si terrà la 1a Festa Alpina per l'Emilia Romagna a Duino Aurisina, manifestazione benefica promossa da Famiglia Alpina Duino Aurisina, Gruppo Ermada Flavio Vidonis e Bar Alabarda con il patrocinio del Comune di Duino Aurisina - Obcina Devin Nabrezina, il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia sul progetto Duino&Book “Un Mare di Storie di Pietre, Angeli e Vini”, la collaborazione di ANA - Sezione di Trieste, ANA - Sezione di Gorizia, ANA - Sezione Carnica, Coro Ana Vittorio Veneto, Coro S. Ignazio di Gorizia, Gruppo Culturale e Sportivo Ajser 2000, Lions Club Duino Aurisina, Gruppo Speleologico Flondar, CEO di Malchina, Asd Sistiana - Sesljan, Gaspari Editori, Laterza Editori e Ristorante San Mauro.

Per tutte le due giornate sarà allestito lo Stand della Solidarietà per l'Emilia Romagna con prodotti tipici di aziende colpite dall'alluvione di maggio promosso dal Lions Club Duino Aurisina. Sono in programma, nel corso di due giornate dense di eventi, le mostre fotografiche "L'Adunata degli Alpini di Udine" e "L'Ana Sezione di Trieste i 100 anni", una piantumazione dell'ulivo presso il CEO di Malchina, una visita guidata al Mitreo, la presentazione dei libri “Storie sotto il mare” di Pietro Spirito e “Carso 1915, "L'ingresso nell'inferno”, testimonianze di amicizia degli Alpini per l'Emilia Romagna e sui 100 anni delle Sezioni ANA di Trieste e Gorizia e i concerti del Coro Ana Vittorio Veneto e del Coro Sant'Ignazio di Gorizia.

Sarà attiva inoltre dalle 18 alle 23 un’Area ristorazione presso il Bar Alabarda di Sistiana, griglia e birra in funzione dalle 18 alle 23 e dal venerdì alla domenica il Ristorante San Mauro di Sistiana servirà un Menù Alpino su prenotazione.

Il programma di mercoledì 7 luglio

Alle ore 17.30 si svolgerà l’incontro “Gli Alpini per l'Emilia Romagna”, una testimonianza di amicizia. Alle ore 18.00 nell'ambito di Duino&Book “Un Mare di Storie”, verrà presentato il libro “Carso 1915. L’ingresso nell’inferno. Le prime battaglie tra il San Michele-Debela Griža e le alture di Selz” (Gaspari Editore, ristampa 2022) di Mitja Juren, Nicola Persegati, Paolo Pizzamus che dialogheranno con il Presidente del Gruppo Ermada Flavio Vidonis, Massimo Romita. Le battaglie quando l’esercito non sapeva ancora come combattere una guerra di trincea. Carso-fortezza e Isonzo-fossato, così si presentò il brullo campo di battaglia agli occhi dei soldati italiani davanti a un avversario invisibile. Il fronte dell’Isonzo è il luogo dove caddero circa 400.000 italiani e quasi altrettanti fanti della duplice monarchia. Le battaglie del 1915 furono terribili nella sproporzione tra i mezzi italiani e le formidabili difese austro-ungariche. Questo è il primo libro che racconta le imprese e gli eroismi di quei giovani e dei loro ufficiali, per lo più ex studenti o giovani laureati.

Alle ore 18.30 verranno portate delle testimonianze sui 100 anni della Sezione di Gorizia con Paolo Verdoliva. Alle ore 20.30 infine, in chiusura della prima giornata della manifestazione, si terrà il Concerto del Coro Ana Vittorio Veneto inserito all'interno della prima festa Alpina a Duino Aurisina in collaborazione con Duino&Book.

Giovedì 8 luglio: il programma

La seconda giornata di giovedì 8 luglio si aprirà alle ore 9.00 con la piantumazione dell'ulivo presso il CEO di Malchina. Seguirà alle ore 10.00 una visita guidata al Mitreo (in collaborazione con il Gruppo Speleologico Flondar (informazioni al 3396908950). Alle ore 18.00 nell'ambito di Duino&Book “Un Mare di Storie”, sarà presentato il libro “Storie sotto il mare” (Laterza editore, 2023) di Pietro Spirito che dialogherà con il presidente del Gruppo Ermada Flavio Vidonis, Massimo Romita. Avventurieri, palombari, inventori, militari, scienziati: seguendo il filo blu del rapporto tra l’uomo e il mare, tante storie straordinarie che sembrano uscite da un romanzo di Jules Verne. Da quando, negli ultimi due secoli, la tecnologia ci ha permesso di trascorrere molto più tempo sotto il mare, nelle profondità subacquee accade di tutto, come mostrano le straordinarie vicende raccontate in queste pagine. Pietro Spirito ripercorre la vita di Narciso Monturiol, inventore, nell’Ottocento, di un avveniristico sottomarino che avrebbe potuto ispirare il coevo romanzo Ventimila leghe sotto i mari. E poi la parabola di Raffaele Rossetti, l’affondatore, nel 1918, della corazzata Viribus Unitis, riluttante eroe nazionale che dopo la Grande guerra lottò contro il fascismo. Ancora, le imprese degli incursori della Decima Mas, tra battaglie, agguati e tanti misteri. Come misteriosa rimane l’avventura di Lionel Crabb, l’uomo rana britannico scomparso durante una missione nel 1956 per carpire i segreti di una nave sovietica.

Tra i racconti anche il ricordo degli esperimenti italiani, a fine anni Sessanta, per realizzare futuribili cittadelle sommerse. Esperienze precedute dalla costruzione del batiscafo Trieste, nella città giuliana allora amministrata dagli angloamericani, con le confidenze della donna che aiutò Jacques Piccard a raggiungere il punto più profondo del pianeta. Un libro che - seguendo le affascinanti vie dei mondi sommersi - ci ricorda quanto sia terribilmente umana la sfida verso sé stessi e l’ignoto. 

Alle ore 19.00 verranno portate le testimonianze della Sezione ANA di Trieste. Alle ore 20.30, a conclusione della due giorni, si terrà il Concerto del Coro Sant'Ignazio di Gorizia realizzato in collaborazione con il Gruppo Ermada Flavio Vidonis e il Bar Alabarda a cui seguirà un intrattenimento musicale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa Alpina per l'Emilia Romagna, l'evento benefico a Duino Aurisina
TriestePrima è in caricamento