social

Domani l'Italia festeggia 75 anni di Repubblica Costituzionale

Quest'anno, in occasione del 75° anniversario della proclamazione della Repubblica, dalle 08.40 alle 09.30, le Frecce Tricolori effettueranno sorvoli sulla Capitale

Foto Giovanni Aiello

Sono 75 le candeline che la nostra Repubblica spegnerà domani 2 giugno 2021, ma qual è l'origine di questa ricorrenza e perché si celebra?

La Festa della Repubblica italiana si celebra il 2 giugno perché, proprio tra il 2 e il 3 giugno 1946, si tenne il referendum con cui gli italiani, dopo 85 anni di regno Savoia, scelsero la repubblica costituzionale, abolendo la monarchia: il 54,3% dei voti per la Repubblica, contro il 47,7% dei monarchici. Per la prima volta in Italia furono chiamate al voto anche le donne.

Le celebrazioni

Una giornata celebrativa nazionale quindi, istituita per ricordare la nascita della Repubblica Italiana. Il cerimoniale della manifestazione organizzata a Roma comprende la deposizione di una corona d'alloro in omaggio al Milite Ignoto all'Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica Italiana e una parata militare lungo via dei Fori imperiali. Cerimonie ufficiali si tengono poi su tutto il territorio nazionale. Fra esse ci sono i tradizionali ricevimenti organizzati da ogni prefettura per le autorità locali, che sono preceduti da manifestazioni pubbliche solenni con parate militari in forma ridotta che sono passate in rassegna dal prefetto nella sua veste di più alta autorità governativa in provincia. Cerimonie analoghe sono organizzate anche dalle Regioni e dai Comuni.

Dal 1948, in via dei Fori Imperiali, a Roma, si tiene quindi una sfilata militare in onore della Repubblica. La cerimonia attuale prevede la deposizione di una corona d'alloro al Milite Ignoto, simbolo di tutti i caduti in guerra e che non sono mai stati riconosciuti, presso l'Altare della Patria, a cui segue la parata militare alla presenza delle più alte cariche dello Stato. Ma uno dei momenti più spettacolari della parata rimane comunque quello dell'esibizione delle Frecce Tricolori: dieci aerei, di cui nove in formazione e uno solista, che compongono la pattuglia acrobatica più numerosa del mondo.

Quest'anno, in occasione dell'anniversario della proclamazione della Repubblica, dalle 08.40 alle 09.30, le Frecce Tricolori effettueranno sorvoli sulla Capitale dal suolo a 2000 piedi. Tuttavia, è confermata l'assenza della parata lungo i Fori imperiali delle Forze Armate così come alle 9.15 verrà depositata la corona di alloro sulla Tomba del Milite Ignoto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani l'Italia festeggia 75 anni di Repubblica Costituzionale

TriestePrima è in caricamento