Lunedì, 25 Ottobre 2021
social

Scoperta la figura di un gatto di 37 metri a Nazca

Scoperta la sagoma di un gatto lunga ben 37 metri. Più antica delle famose rappresentazioni della scimmia, del ragno e dell’uccello, la figura del gatto risale a più di duemila anni fa

È di pochissimi giorni fa la singolare scoperta della sagoma di un gatto lunga ben 37 metri. Accade in Perù, esattamente nel deserto di Nazca, ed il ritrovamento di questo disegno è avvenuto durante i lavori di manutenzione di una collina che offre un punto di vista naturale sul sito classificato come patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Come si legge su peopleforplanet.it, il fianco della collina è stato fino ad ora utilizzato come punto panoramico naturale per ammirare le centinaia di forme umane, animali e astratte che adornano le valli di Nazca e Palpa, 400 chilometri a sud di Lima. Composte da centinaia di figure, alcune delle quali visibili solo dal cielo, le misteriose Linee di Nazca sono state realizzate dai nostri progenitori per sottrazione di terra e rocce e sono patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1994.

Rimasta inosservata fino ad ora ma più antica delle famose rappresentazioni della scimmia, del ragno e dell’uccello già presenti, la figura del gatto risale a più di duemila anni fa, un periodo precedente alla cultura di Nazca. Secondo gli archeologi. Johnny Isla, capo degli archeologi del sito, intervistato dall’agenzia EFE, il gatto appena scoperto è opera del Paracas. Vale a dire una civiltà vissuta tra il 500 avanti Cristo e l’anno 200 dopo Cristo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta la figura di un gatto di 37 metri a Nazca

TriestePrima è in caricamento