La bevanda che scalda il cuore in inverno, la ricetta del vin brulé

Il vin brulé è una buonissima bevanda calda a base di vino rosso, zucchero e spezie aromatiche. La tradizione di bere questo delizioso nettare che scalda il cuore si diffuse soprattutto nei paesi freddi. Oggi vogliamo proporvi la sua ricetta, facile e veloce

Il vin brulé  è una buonissima bevanda calda a base di vino (tradizionalmente vino rosso), zucchero e spezie aromatiche. Diffuso in molti paesi e con una storia molto antica, in Europa centrale, ad esempio, si consuma soprattutto nel periodo dell'Avvento. In Italia, soprattutto settentrionale, si trova nei mercatini di Natale, o in generale, preparato artigianalmente in pentole e distribuito al pubblico durante altre feste popolari durante il periodo invernale. La tradizione di bere questa deliziosa bevanda che scalda il cuore si diffuse soprattutto tra le popolazioni alpine o comunque nei paesi europei freddi. Solo successivamente poi, iniziò ad essere consumato in tutto il mondo. Oggi vogliamo proporvi la sua ricetta, facile e veloce.

Ingredienti

  • Vino rosso 1 l;

  • Zucchero 100 g;

  • Scorza di limone 1;

  • Scorza d'arancia 1;

  • Cannella in stecche 2;

  • Chiodi di garofano 8;

  • Bacche di ginepro 5;

  • Anice stellato 1;

  • Noce moscata q.b.

    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Spot
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...

Preparazione

Per prima cosa, preparate tutte le spezie e tagliate finemente la scorza del limone e dell’arancia. Versate in un tegame lo zucchero e unite le stecche di cannella, le bacche di ginepro, i chiodi di garofano e l’anice stellato. Aggiungete la scorza degli agrumi e in ultimo versate il vino rosso. Mettete la pentola sul fuoco e portate il composto ad ebollizione, fate bollire a fiamma lenta per 5 minuti mescolando fino al completo scioglimento dello zucchero. A questo punto, facendo attenzione, avvicinate una fiamma alla superficie del vino, l’alcool contenuto nel vino prenderà fuoco e dovrete lasciarlo fiammeggiare fino al completo spegnimento. Quando il fuoco si sarà spento, filtrate il vin brûlé con un colino a maglie fitte e servitelo ben caldo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, spopola sul web il nuovo grafico di un ricercatore di Trieste

  • Nuova ordinanza Fvg: confermato blocco fino a Pasquetta e obbligo di mascherine e guanti nei supermercati

  • Coronavirus, numeri choc alla casa di riposo La Primula: 39 su 40 positivi

  • Coronavirus, in Fvg cala il numero dei contagiati e cresce quello dei guariti

  • Il virus in Fvg non si ferma: 114 nuovi positivi e sette decessi nelle ultime 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento