Domani / Barriera Nuova - Città Nuova / Viale Venti Settembre, 20

Storia e letteratura per l'infanzia: alla libreria Lovat un weekend dedicato

Diversi appuntamenti da non perdere dal 15 al 30 aprile alla libreria Lovat di viale XX Settembre. Domani, sabato 15 aprile, un'intera giornata dedicata alla cultura

Diversi appuntamenti da non perdere dal 15 al 30 aprile alla libreria Lovat di viale XX Settembre 20. Tante giornate dedicate alla presentazione di interessanti libri da leggere tutti d'un fiato e progetti dedicati ai più piccoli. Ecco di seguito gli appuntamenti di questo weekend.

I dieci anni di Minibombo: una casa editrice "nataperleggere"

Si parte questo sabato, 15 aprile, alle 10:30 con l'ultimo appuntamento della stagione con i consigli di lettura per la prima infanzia a cura di Nati per Leggere, tra novità editoriali e classici intramontabili.  L’incontro sarà dedicato alla produzione della casa editrice Minibombo, riconosciuta dal Premio Nazionale Nati per Leggere meritevole di ben quattro premi (edizioni 2014, 2015, 2016 e 2022) e di una menzione speciale (2018) con la motivazione: “Per la riconoscibile identità editoriale e la cura delle pubblicazioni. Per la capacità di dialogare con i bambini, attraverso linguaggi diversi, entrando in sintonia con loro e avvicinandoli alla lettura.”

L’incontro è curato dalla referente provinciale NpL Antonella Farina. Letture a cura dei volontari di NpL Trieste. L'appuntamento è riservato agli adulti (genitori, educatori, insegnanti, bibliotecari e persone interessate). Su richiesta si rilascia attestato di partecipazione. Ingresso libero e gratuito. Per informazioni trieste@librerielovat.com / tel. 040 637399.

Storia della Crimea 

Si prosegue sempre nel pomeriggio di sabato alle ore 18 con Aldo Ferrari che presenterà "Storia della Crimea. Dall’antichità a oggi. Il Mulino, 2022". Dialogheranno con l’autore PierLuigi Franco e Walter Skerk.

La posizione geografica e la conformazione naturale hanno fatto della Crimea un luogo cruciale d’incontro tra i popoli dell’Eurasia e quelli del Mediterraneo. Nella sua lunga storia è stata abitata da Tauri, Cimmeri, Sciti, Greci, Goti, Bizantini, Ebrei, Armeni, Genovesi, Tatari, Russi; nessuno di questi popoli ha legato in maniera definitiva il suo nome alla regione, ma ognuno vi ha lasciato importanti tracce storiche e culturali. In epoca moderna e contemporanea due popoli hanno avuto al suo interno un ruolo fondamentale e in sostanza egemonico: dapprima i Tatari (dal 1441 al 1783), quindi i Russi (dal 1783 ad oggi con una interruzione tra il 1991 e il 2014). L’autore ci guida alla scoperta di questa regione tracciandone la storia dall’antichità, evidenziandone la dimensione multietnica e multiculturale e giungendo al presente, all’annessione alla Russia nel 2014 e alla guerra russo-ucraina.

Aldo Ferrari insegna Storia dell’Eurasia nell’Università Ca’ Foscari di Venezia e dirige le ricerche su Russia, Caucaso e Asia Centrale per l’ISPI di Milano. Tra i suoi ultimi libri: «Quando il Caucaso incontrò la Russia» (Guerini, 2015), «L’Armenia perduta. Viaggio nella memoria di un popolo» (Salerno, 2019) e per il Mulino «Storia dell’Armenia» (con G. Traina, 2020).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storia e letteratura per l'infanzia: alla libreria Lovat un weekend dedicato
TriestePrima è in caricamento