I Luoghi del Cuore Fai: come votare e promuovere le bellezze del Friuli Venezia Giulia

Torna l'iniziativa Fai "I Luoghi del Cuore", censimento dei luoghi italiani da non dimenticare, arrivata alla decima edizione. L'obiettivo è la tutela, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio artistico e naturale italiano. Ecco come votare

Castello di Miramare - Foto di Giovanni Aiello

Torna l'iniziativa Fai "I Luoghi del Cuore", censimento dei luoghi italiani da non dimenticare, arrivata alla decima edizione, dal 6 maggio al 15 dicembre 2020. Tutti possono votare online le zone che più amano. Il progetto è nato con l'obiettivo di dare voce al Paese e intervenire concretamente a favore dei luoghi italiani più apprezzati.

Obiettivi

Il Fai (Fondo Ambiente Italiano) è una fondazione italiana senza scopo di lucro, sorta nel 1975 con l'intento di agire per la tutela, la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico e naturale italiano attraverso il restauro e l'apertura al pubblico dei beni storici, artistici o naturalistici. Promuove l'educazione e la sensibilizzazione della collettività alla conoscenza, al rispetto e alla cura dell'arte e della natura e l'intervento sul territorio in difesa del paesaggio e dei beni culturali italiani. In collaborazione con Intesa Sanpaolo, la fondazione ha lanciato la decima edizione del censimento “I Luoghi del Cuore” e invita tutti i cittadini, nei piccoli borghi e nelle grandi città, in Italia ma anche all’estero, a votare i luoghi italiani che amano di più e vorrebbero vedere tutelati e valorizzati. Insomma, una grande campagna nazionale, un’opportunità per ciascuno di noi di esprimere, oggi più che mai, il sentimento appassionato che ci lega al nostro bel Paese. Proprio in questo momento, mentre i musei, i monumenti e i beni del Fai sono ancora necessariamente chiusi, possiamo continuare a prenderci cura, tutti insieme, del nostro territorio e dei suoi tesori.

I Luoghi del Cuore

Dal 2003, anno della sua prima edizione, “I Luoghi del Cuore” è stato eletto da milioni di cittadini per far sentire la propria voce a favore di piccole e grandi bellezze da non dimenticare. I risultati ottenuti sono eccezionali, a dimostrazione della sua valenza sociale ma anche del suo essere strumento concreto in grado di operare sui luoghi da salvare, proteggere e valorizzare. Grazie alla partnership con Intesa Sanpaolo, il Fai ha sostenuto e promosso ben 119 progetti di recupero e valorizzazione di luoghi d’arte e di natura in 19 regioni. Nelle nove edizioni realizzate sin qui, grazie a più di 7 milioni di voti ricevuti è stato inoltre possibile costruire una mappatura unica e spontanea di oltre 37.000 luoghi dalle tipologie più varie, che interessano oltre l’80% dei Comuni italiani.

I Luoghi del Cuore del Friuli Venezia Giulia

Chiunque può inserire il suo Luogo del Cuore cliccando qui. Già a metà maggio, sono moltissimi i Luoghi del Cuore del Friulia Venezia Giulia che sono stati inseriti, tra questi, ad esempio:

  • Villa Otello Savorgnan (Udine);

  • Castello e parco di Miramare (Trieste);

  • Diga del Vajont (Erto e Casso - Pordenone);

  • Bagno Marino La Lanterna - El Pedocin (Trieste);

  • Sentiero Rilke (Duino Aurisina - Trieste);

  • Castello di Polgenico (Pordenone).

Per conoscere l'elenco completo clicca qui.

Le due classifiche speciali

Quest’anno il censimento aggiunge due classifiche speciali: la prima, “Italia sopra i 600 metri”, è dedicata ai luoghi cha appartengono alle aree interne montane del Paese (che coprono da sole il 54% del territorio nazionale); la seconda, “Luoghi storici della salute”, è relativa ai beni architettonici che hanno radici profonde nel nostro passato, e che oggi, a fronte dell’emergenza sanitaria, hanno un valore inestimabile e sono diventati valorosi presidi a tutela di tutti noi.

Fino a 50.000 euro per progetti di restauro

I luoghi più votati verranno premiati con 50mila, 40mila e 30mila euro, ai primi tre classificati, mentre il luogo più votato via web diventerà protagonista di un video promozionale realizzato a cura della Fondazione. Per i vincitori delle due classifiche speciali sono in palio complessivamente 20mila euro. Al termine del contest, Fai e Intesa Sanpaolo lanceranno il consueto bando per i luoghi che hanno ottenuto almeno 2mila voti, e che potranno presentare alla Fondazione una richiesta di restauro o valorizzazione. Nel dettaglio, dopo la pubblicazione dei risultati, verrà lanciato a marzo 2021 il bando per la selezione degli interventi in base al quale tutti i proprietari (pubblici o non profit) e i portatori di interesse, potranno presentare alla Fondazione una richiesta di restauro, valorizzazione o istruttoria sulla base di specifici progetti d’azione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Prima neve sul Carso: disagi e mezzi spargisale in azione, a Trieste chiusi i giardini

Torna su
TriestePrima è in caricamento