Venerdì, 30 Luglio 2021
social

Il Carso triestino e la lunga tradizione della viticoltura: i 10 migliori assaggi di Mare e Vitovska

Il Carso è connotato da un paesaggio roccioso, la viticoltura e i vigneti vantano una lunga tradizione e sono stati realizzati grazie al paziente e duro lavoro dell’uomo. Dalla Vitovska alla Malvasia, i prodotti che raccontano della nostra terra e che uniscono le diversità facendone un punto di forza sono davvero tanti

Foto Giovanni Aiello

Da poco terminato 'Mare e Vitovska' al Castello di Duino, l'evento che celebra ogni anno il vitigno autoctono del Carso triestino, organizzato dall’Associazione dei Viticoltori del Carso-Kras in collaborazione con i ristoranti della zona. A celebrare questo splendido territorio è anche il Gambero Rosso che ha dedicato un articolo al Carso triestino e la sua lunga tradizione vitivinicola.

Carso e viticoltura

Il Carso è connotato da un paesaggio roccioso, la viticoltura e i vigneti sono stati realizzati grazie al paziente e duro lavoro dell’uomo e lavorazioni manuali e basse rese.

"Il clima è influenzato dalle miti brezze del mare e dalla fredda Bora, che soffia dai rilievi montuosi dell’entroterra sloveno. Le notevoli escursioni termiche, favoriscono maturazioni lente delle uve con profili molto eleganti". Ed è proprio questa terra che ha fatto nascere il vitigno vitovska, un’uva a bacca bianca nata da un incrocio spontaneo tra la glera e la malvasia istriana. "Dona vini dotati di grande freschezza e sapidità, con profumi di fiori di campo, erbe aromatiche e note di frutta a polpa bianca. Secondo le più antiche tradizioni, viene spesso vinificato con macerazione sulle bucce. Ogni vigneron ha il suo stile, dai vini più classici di Matej Lupinc a quelli macerati di Benjamin Zidarich e Sandi Škerk, fino alle versioni che tendono all’orange di Matej Skerlj e Andrej Mili?".

Il comprensorio vitivinicolo triestino si estende anche per la zona di Muggia e del Breg, caratterizzata da terreni poveri, pietrosi e friabili, molto drenanti e adatti alla viticoltura. "In questa zona si coltiva soprattutto la malvasia, oltre alla vitovska e al refosco. I vini del territorio del Breg sono connotati da un volto solare e maturo, con un frutto molto ricco e avvolgente, ben bilanciato da freschezza e sapidità. Le cantine hanno conservato un carattere familiare, con una produzione di vini tipicamente artigianali. Tra i principali viticoltori del territorio ricordiamo Cacovich, Merlak, Grgi? e Lenardon, che produce un’ottima Malvasia da un vecchio vigneto a pergola, in grado di donare uve di straordinaria concentrazione aromatica. Ottimi anche i vini di Rado Kocjan?i?, in particolare lo Spumante Metodo Ancestrale prodotto con una cuvée di malvasia istriana e vitovska, la Malvasia e la Cuvée Brezenka, realizzata con un assemblaggio di 15 varietà di uva a bacca bianca provenienti da un vigneto centenario, tra cui: malvasia, vitovska, glera, friulano, riesling, sauvignon blanc , pinot bianco ribolla, klarnca, pinela, poljsakica, auxerrois e due varietà sconosciute ancora a piede franco".

I 10 migliori assaggi di Mare e Vitovska

  • Carso Doc Vitovska Kamen 2018, Zidarich;
  • Carso Doc Vitovska 2018, Škerk;
  • Carso Doc Vitovska 2018, Zidarich;
  • Carso Doc Vitovska 2018, Lupinc;
  • Carso Doc Vitovska 2018, Skerlj;
  • Carso Doc Vitovska 2019, Bajta;
  • Carso Doc Vitovska 2019, Ostrouska;
  • Carso Doc Vitovska 2019, Budin;
  • Carso Doc Vitovska 2018, Damjan Mili?;
  • Kras Vitovska 2016, ?otova Klet.

Articolo tratto da Gambero Rosso

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Carso triestino e la lunga tradizione della viticoltura: i 10 migliori assaggi di Mare e Vitovska

TriestePrima è in caricamento