social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Oltre 400 indirizzi di grande affidabilità tra i quali sono stati individuati 54 punti d'eccellenza, contraddistinti da un nuovo simbolo, i "Tre Cavatappi". Tra le tante, ad aggiudicarsi il premio anche una storica e molto amata enoteca triestina

Una guida del Gambero Rosso che premia da Nord a Sud tutti i migliori luoghi - reali e "virtuali" - dove acquistare vino di alta qualità. Con "Enoteche d'Italia" è possibile andare alla scoperta di enoteche dal sapore classico, ma anche dei più interessanti corner della grande distruzione organizzata senza dimenticare i wine shop on-line. Oltre 400 indirizzi di grande affidabilità tra i quali sono stati individuati 54 punti d'eccellenza, contraddistinti da un nuovo simbolo, i "Tre Cavatappi". E tra le tante, ad aggiudicarsi il premio con i Tre Cavatappi anche una storica e molto amata enoteca triestina, la Bischoff.

L'enoteca Bischoff ottiene i Tre Cavatappi

In via G. Mazzini, 21, l'enoteca Bischoff è "uno dei pochi negozi ancora in attività in Italia a poter vantare una storia plurisecolare. L’insegna infatti riporta la data 1777, l’anno in cui un cittadino svizzero di nome Antonio Bischoff, giunse a Trieste per sfruttare le opportunità commerciali offerte dalla città. Dal 1983 l’enoteca è di proprietà della famiglia Tombacco.

Oltre 3000 etichette, (Carso e vini regionali in primis) più di 700 referenze straniere, 200 tra spumanti e Champagne; vecchie annate di diverse aziende di Montalcino, millesimi rari di Gaja, Malaga (vini liquorosi spagnoli) addirittura risalenti al '700, tutti i più importanti Supertuscans. E poi ancora oli e aceti ricercati, vasta gamma di cioccolate raffinate e dolci esclusivi, confetture e vasetti di squisite prelibatezze salate. Si organizzano periodicamente serate di degustazione e corsi di avvicinamento al vino".

Tra le migliori enoteche d'Italia anche "Berebene"

Oltre ai Tre Cavatappi sono state selezione altre enoteche che propongono prodotti di alta qualità. Tra queste troviamo "Berebene" in viale dell'Ippodromo, 2/3b. "Dopo anni di onorata carriera e successi lo storico titolare Lucio Bassanese ha passato il timone a Tessaro Partesa ma nulla è cambiato nella qualità che anzi conferma come l’insegna sia un punto di riferimento imprescindibile in città. Frequentata da appassionati, curiosi e intenditori, non mancano consigli elargiti da personale preparato e simpatico.

Si organizzano corsi di avvicinamento al vino perché il cliente possa conoscerlo da vicino e non acquistarlo a occhi chiusi. Le etichette in vendita superano le 700 unità e tutte le regioni sono ben rappresentate e divise sugli scaffali per denominazioni e tipologie. Interessanti le verticali di Chablis di Olivier Leflaive. Tra i distillati grappe, whisky, rum, vodka, Cognac e ancora tanti Champagne e birre. Piccola selezione di prodotti gastronomici a prezzi ragionevolissimi".

Cultori del vino? Ecco le enoteche dove gustare un buon calice a Trieste

Per conoscere tutte le Enoteche d'Italia del Gambero Rosso clicca qui.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

TriestePrima è in caricamento