rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
social

La pralina di cioccolato fondente del friulano Marco Battistutta conquista la Mostra Internazionale del Gelato

Il friulano Marco Battistutta è il primo gelatiere cioccolatiere ad aggiudicarsi il premio "Una Pralina di Gelateria" nella 61esima edizione della Mostra Internazionale del Gelato grazie ad deliziosa pralina di cioccolato fondente ripiena di una ganache all’arancia e brandy

Si è da poco conclusa a Longarone la celebre Mostra Internazionale del Gelato, iniziativa che ha festeggiato quest'anno la sua 61esima edizione, un'importante fiera dove protagonista è stato anche il Friuli Venezia Giulia grazie ad un'eccellenza del nostro territorio che ha ricevuto un ambito premio.

La mostra

Volta a promuovere la diffusione e l’integrazione della cioccolateria presso le gelaterie artigianali, la mostra ha avuto l'obiettivo di far vedere non più solo le fasi produttive del gelato, ma anche quelle di provenienza delle materie prime. Questo per evidenziare il nuovo concetto di tracciabilità a data certa degli ingredienti, delle successive fasi di lavorazione, sino al prodotto finito, pronto per essere venduto. Anche l’ingrediente fa la differenza in un prodotto di qualità: il cioccolato ad esempio ha un ruolo fondamentale perché consente di allungare la stagione di chi lavora con il gelato, alimento che ormai va tutto l’anno ma che vive il suo picco durante l’estate.

Premio "Una Pralina di Gelateria"

Ed è stato proprio il friulano Marco Battistutta il primo gelatiere cioccolatiere ad aggiudicarsi il premio "Una Pralina di Gelateria". Il 32enne - si legge sui canali social della Regione Friuli Venezia Giulia -, titolare della Pasticceria Charlotte di San Giovanni al Natisone, frazione di Dolegnano, ha realizzato in 80 minuti una deliziosa pralina di cioccolato fondente, ripiena di una ganache all’arancia e brandy, che ha conquistato l'attenta giuria.

Un artigiano, Marco, che ha abbracciato giovanissimo la sfida dell’autoimprenditorialità: a soli 22 anni ha avviato la sua pasticceria. "Non sono figlio d’arte, - dice - ho fatto tutto da me. Dopo aver finito il Civiform ho lavorato per alcuni anni come dipendente e poi ho aperto la mia attività. Nel 2019 ho ampliato il locale, oggi ho tre dipendenti, accosto pasticceria a gelateria, che vendo anche a terzi, e punto ad ampliare la parte legata al cioccolato”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pralina di cioccolato fondente del friulano Marco Battistutta conquista la Mostra Internazionale del Gelato

TriestePrima è in caricamento