rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Uno spettacolo

Il golfo di Trieste è un tripudio di colori con la stagione degli amori dei nudibranchi

I fondali rocciosi e sabbiosi del golfo di Trieste in questo periodo sono un tripudio di vita, forme e colori: è la stagione degli amori dei nudibranchi

I nudibranchi (Nudibranchia CUVIER, 1817) sono un ordine di molluschi gasteropodi della sottoclasse Heterobranchia, che comprende più di 7000 specie. La parola nudibranchia viene dal latino nudus (nudo) e dalla parola greca brankhia (branchia), e significa con le branchie nude.

I nudibranchi sono dotati di corpo morbido e flessibile. La forma adulta non ha conchiglia, che viene persa durante il primissimo periodo vitale, alla fine della vita planctonica, né dispongono quindi di opercoli. Le forme e i colori possono variare enormemente, le dimensioni variano da 1 a 60 centimetri. Tra i nudibranchi si possono trovare le creature più colorate sulla Terra. Hanno dei chemiorecettori sulla nuca, detti rinofori, usati come organi sensoriali. Talvolta presentano cerati sul corpo, piccole protuberanze del sistema digerente utilizzate anche per la respirazione.

La riproduzione

L'adattamento evolutivo dei nudibranchi ha portato ad un'enorme varietà di forme e colori, sia a scopo mimetico che difensivo. I nudibranchi sono animali ermafroditi, ma non possono autofecondarsi. La riproduzione avviene per via sessuata interna, tramite copula. Tipicamente depongono le uova in spirali gelatinose o in velature nastriformi, spesso in prossimità o sopra le loro prede alimentari. Lo sviluppo dell'individuo avviene nell'uovo, che viene abbandonato dalla forma larvale, chiamata veliger e dotata di ciglia, che pratica una breve vita planctonica per poi perdere la conchiglia ed iniziare la vita bentonica.

La stagione degli amori

Ed è proprio questa la stagione degli amori dei nudibranchi: come leggiamo su un post della Regione Friuli Venezia Giulia, i fondali rocciosi e sabbiosi del golfo di Trieste in questo periodo sono un tripudio di vita, forme e colori. Si tratta di organismi dalla vita piuttosto breve e la cui presenza è fortemente legata alla stagionalità; - si legge - e così, anche se adesso è inverno e la vita sembra andare a rilento, molti nudibranchi vivono la stagione degli amori e sono molte le specie intente a riprodursi nei primi metri d’acqua dove abbondano le alghe coralline. 

Nell’Area Marina Protetta Miramare, in queste settimane i ricercatori stanno osservando decine di esemplari di molte delle oltre 100 specie di nudibranchi che popolano i fondali della riserva e la bellezza è che ogni anno se ne identificano di nuovi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il golfo di Trieste è un tripudio di colori con la stagione degli amori dei nudibranchi

TriestePrima è in caricamento